Richiesta di voltura Enel per decesso

Servizio Gratuito: 4,8/5  su Trustpilot ⭐⭐⭐⭐⭐


Sommario Uno dei motivi per cui si richiede la voltura delle utenze (e quindi il cambio di intestatario) è il decesso dell’intestatario. Leggi la guida per scoprire quali sono le procedure, i documenti richiesti, i tempi necessari e i costi da dover sostenere.

Procedura per richiedere voltura causa mortis

La richiesta di voltura per decesso e’ semplice:

  1. Il familiare deve inviare una comunicazione al fornitore luce e gas per ereditare la fornitura senza dover sottoscrivere un nuovo contratto.
  2.  Per richiedere la voltura mortis causa enel si dovrà inviare a Enel il modulo voltura enel energia per decesso, scaricabile dal sito dell’operatore, tramite raccomandata A/R.

Costi per richiesta di voltura per decesso:

  • Non bisognerà affrontare costi all’infuori di alcuni oneri amministrativi per il distributore.
  • Nel caso in cui si volessero effettuare delle variazioni di potenza impegnata o di tensione, in questo caso potrebbero infatti essere addebitati alcuni costi extra.

Dati necessari per richiedere voltura per decesso

Per la voltura mortis causa bisogna fornire i seguenti dati:

  • Codice cliente, nominativo e residenza del precedente intestatario
  • Condizione di unico erede o autorizzazione a effettuare la voltura da parte di co-eredi
  • Copia di documenti di identità di eventuali co-eredi
  • Dati relativi al decesso del precedente intestatario o copia del certificato di morte.

Tutto sulla voltura per decesso:

Purtroppo può capitare a tutti di trovarsi nella situazione di dover richiedere un cambio intestatario fornitura in caso di decesso.

La voltura per decesso:

La voltura Enel per decesso è una operazione piuttosto semplice da richiedere e lo si potrà fare nel momento in cui venisse a mancare l’intestatario del contratto luce e gas. Questa operazione può essere eseguita a titolo gratuito, ovvero senza alcun costo per chi richiede la voltura in seguito alla morte di in un familiare stretto o di in coniuge. Esiste inoltre una delibera specifica dell’Arera che regola la voltura a titolo gratuito.

Molti comunque fanno ancora confusione tra voltura e subentro che sono due operazioni ben distinte.

La voltura Enel per decesso:

  • consiste nel cambio di nominativo delle bollette e potrà effettuarsi solo nel caso in cui le utenze luce e gas risultino ancora attive.
  • per richiedere la voltura si dovrà contattare il fornitore con cui risultano essere attive le utenze luce e gas e comunicare i dati relativi al nuovo intestatario.
  • Enel si impegnerà poi a rendere effettiva l’operazione entro circa tre settimane.

Chi può effettuare la voltura Enel per decesso

A questo punto non resta che spiegare nel dettaglio come richiedere la voltura enel energia per decesso. In caso di morte dell’intestatario delle forniture luce e gas attive con Enel si potrà richiedere il trasferimento del contratto a un altro intestatario richiedendo una procedura specifica chiamata voltura mortis causa.

Attenzione:

Questa specifica procedura non potrà essere richiesta da chiunque ma solo ed esclusivamente da persone con rapporto di parentela di primo grado tra vecchio e nuovo intestatario, e quindi parente stretto come figlio, genitore o fratello o coniuge.

voltura enel per decessoQualora il nuovo intestatario non avesse alcun rapporto di parentela di primo grado con il precedente intestatario non si potrà chiedere la voltura Enel per successione ma bisognerà effettuare la normale procedura di voltura del contratto. Grazie a questa operazione si potrà quindi continuare a fruire dell’offerta contrattuale precedente e i costi varieranno a seconda che ci si trovi nel mercato libero o tutelato.

Vuoi richiedere la voltura delle tue utenze Enel? Già più di 560.000 persone in Europa si affidano a noi e sono contente dei nostri servizi!

02 94 75 67 37

Info

Quali sono i dati necessari a richiedere la voltura Enel per decesso?

Quindi se la domanda è come fare la voltura Enel per decesso bisognerà avere a disposizione alcuni dati senza i quali diventerà impossibile.

La voltura per decesso Enel:

Attenzione  la voltura per causa di morte a Enel potrà essere richiesta solo da parte di un erede che risulti già residente nell’abitazione al momento del decesso dell’intestatario.

Come detto la voltura per decesso Enel è gratuita per familiari stretti o per il coniuge ma, in caso di morosità del deceduto, sarà proprio il familiare ad assumersi l’obbligo di rimborso al fornitore di tutti gli eventuali debiti pregressi.

Qual è il modulo per la voltura per causa di morte?

Il modulo per la voltura per decesso avrà valore di autocertificazione regolata dall’artt.46 e 47 del DPR 28 dicembre 2000, n.445. E quando il richiedente la voltura è anche l’erede dell’abitazione? In questo caso si parlerà di voltura catastale.

Cosa si intende per voltura catastale

Nel caso specifico in cui chi richiede la voltura mortis causa Enel sia anche l’erede dell’abitazione, bisognerà effettuare anche la voltura catastale, una procedura obbligatoria per registrare ogni variazione della titolarità di un bene immobile. Questa procedura andrà fatta presso l’Agenzia delle Entrate e, all’atto della firma di un contratto luce e gas, l’intestatario dovrà comunicare ad Enel a che titolo detiene l’immobile. Inoltre nel caso intercorressero dei cambiamenti sulla proprietà della casa bisognerà indicarlo in sede di sottoscrizione del contratto.

Le differenze tra voltura mortis causa e voltura normale

Esistono quindi delle differenze sostanziali tra la voltura in caso di decesso e la voltura normale Enel. Come già spiegato in precedenza il familiare del defunto avrà diritto a mantenere lo stesso contratto senza alcuna variazione tariffaria. Nel caso però a richiedere la voltura non sia un parente stretto del defunto bisognerà seguire il solito iter la voltura valido in tutte le circostanze e quindi sarà necessario avere con sé una serie di documenti:

  • Numero cliente
  • Codice POD
  • Dati anagrafici del nuovo intestatario
  • Autocertificazione della residenza anagrafica
  • Coordinate bancarie per la domiciliazione bollette
  • Fotocopia documento di identità

Inoltre qualora il cliente subentrante non sia un familiare dell’intestatario deceduto si parlerà di voltura umana. Questo significa che per legge si potrà continuare a fruire delle agevolazioni tariffarie del defunto. In caso di deposito cauzionale potrà essere trasportato dal vecchio al nuovo titolare senza problemi.

Cosa fare in caso di morosità

Come già detto il nuovo intestatario che ha eseguito la voltura Enel per decesso sarà tenuto a rimborsare al fornitore tutti gli eventuali debiti lasciati dal soggetto defunto a cui era precedentemente intestato il contratto luce o gas. Qualora invece il nuovo inquilino sia estraneo al vecchio intestatario deceduto, potrà chiedere senza problemi una cessazione amministrativa del contratto senza doversi far carico della morosità.

Chiama per effettuare la tua voltura Enel! Già più di 560.000 persone in Europa si affidano a noi e sono contente dei nostri servizi!

02 94 75 67 37

Info

Redactor

Scritto da gaiav

Aggiornato su 11 Giu, 2021

Commenti

bright star bright star bright star bright star grey star

Per saperne di più sul nostro processo di controllo e pubblicazione delle valutazioni