Voltura luce: Come farla, Quanto Costa e Tempistiche

Annuncio: Servizio Gratuito. 4,8/5  su Trustpilot ⭐⭐⭐⭐⭐

Annuncio: Servizio Gratuito. 4,8/5  su Trustpilot ⭐⭐⭐⭐⭐

Cos'è la voltura luce? Se ti sei trasferito in una nuova casa dove le utenze della luce sono attive ed intestate ancora al vecchio inquilino, la voltura luce è l’operazione che ti permette di cambiare l’intestatario del contratto di fornitura dell’energia elettrica. Dopo l’invio della richiesta al fornitore, le tempistiche per concludere l’operazione sono tra i 4 e i 5 giorni, con un costo medio di circa 50€ + IVA.

Che cos’è la voltura luce e a chi spetta?

La voltura luce è un’operazione che consiste nel cambio di intestatario del contratto di un’utenza dell’energia elettrica. Si procede con la voltura, infatti, per modificare il nome del titolare di una fornitura della luce che risulta essere già attiva, per esempio, al momento di un trasferimento in una nuova abitazione, ma intestata al precedente inquilino.

Il vantaggio della voltura luce sta nel fatto che offre la possibilità al nuovo inquilino di continuare ad usufruire dei servizi energetici senza interruzioni del servizio o eventuali inconvenienti. Inoltre, a partire dal 2021 il nuovo intestatario ha anche la possibilità di cambiare fornitore contestualmente al completamento della voltura.

A chi spetta la voltura luce?

La voltura luce spetta al nuovo inquilino o proprietario dell’abitazione, il quale è tenuto ad intestare a suo nome il contratto di fornitura di energia elettrica.

Voltura senza residenza: si può fare?

La risposta è sì; quando si acquista una nuova casa o si stipula un contratto di affitto, è possibile intestare le utenze a proprio nome anche senza aver ancora trasferito la propria residenza.

Come richiedere la voltura luce? Tutti gli step necessari

La procedura per richiedere la voltura luce al nuovo fornitore della nuova abitazione si compone dei seguenti step:

  1. Procurati tutta la documentazione necessaria ed i moduli da inoltrare al tuo fornitore per richiedere la voltura nella tua nuova casa
  2. Contatta il fornitore inviando la documentazione
  3. Procedi con il pagamento (circa 50€ + IVA)
  4. Firma il tuo nuovo contratto della luce
  5. Attendi tra i 4 e i 7 giorni lavorativi per necessari per completare l’operazione.

Come fare la voltura luce online?

Effettuare la voltura luce online è possibile, e per farlo hai a disposizione diverse modalità. Di fatti, la maggior parte dei fornitori permette di scegliere fra questi 3 canali:

  • Area Clienti dal sito ufficiale del proprio fornitore (come ad esempio Iren area clienti, Enel area clienti ed Eni area clienti)
  • Indirizzo email del fornitore
  • App, alla quale solitamente si accede con gli stessi dati per l’accesso all’area clienti

Quanto costa una voltura luce? La differenza tra mercato libero e mercato tutelato

Innanzitutto, è doveroso precisare che i costi di una voltura luce non sono sempre gli stessi, ma variano a seconda dei seguenti fattori:

  • Il fornitore con cui si sceglie di attivare l’utenza luce
  • Il mercato di riferimento del contratto di fornitura: mercato libero o mercato tutelato

In linea di massima, il costo medio di una voltura luce si aggira intorno ai €50 + IVA. Tuttavia, come precisato pocanzi, i costi variano leggermente tra una fornitura afferente al mercato libero ed una fornitura afferente al mercato tutelato.

Costi Voltura Luce
Voci di costo Mercato Libero Mercato Tutelato
Oneri amministrativi 0€ 0€
IVA 22% 22%
Deposito cauzionale Solo con alcuni fornitori Sempre
Altri costi 20-60€ (quota di servizio) 23€ + IVA(contributo fisso)
Costo totale Circa 50€ Circa 70€

Quali sono le tempistiche della voltura luce?

Le tempistiche della voltura dell’energia elettrica variano di solito tra i 4 e i 7 giorni lavorativi, a partire dal momento in cui è stata presentata la richiesta ed il fornitore riceve tutta la documentazione necessaria.

Le tempistiche della voltura della luce si dividono in due passaggi principali:

  • 2 giorni: per la gestione della pratica da parte del fornitore
  • 2-5 giorni: affinchè il distributore aggiorni l’anagrafica riguardante i punti di prelievo

Che cos'è il punto di prelievo?

Il Punto di Prelievo per l’energia elettrica si riferisce al codice POD (Point Of Delivery), un codice alfanumerico che inizia sempre con “IT” e che identifica punto fisico in cui l’energia viene consegnata e prelevata dal cliente finale.

Dati e documentazione necessaria per richiedere la voltura luce

Per richiedere l’operazione di voltura luce, esiste una procedura precisa che è comune ai diversi gestori: bisogna sottoscrivere un nuovo contratto di fornitura fornendo i dati anagrafici del precedente intestatario e i dettagli sulla fornitura attiva in quel momento. Di seguito la lista tutti i dati necessari per richiedere la voltura luce:

Dati necessari voltura luce
Dati Dettagli
Dati Precedente Intestatario nome, cognome e codice fiscale
Dati Nuovo Intestatario codice fiscale, fotocopia o scansione della carta d’identità (fronte e retro), recapito telefonico, indirizzo email
Indirizzo Nuovo intestatario residenza, fornitura, recapito fatture cartaceo se richiesto
Dati Immobile titolo di possesso dell’immobile e dati catastali
Codice POD presente nella bolletta ricevuta dal precedente intestatario
Lettura del contatore da effettuare nel momento in cui il precedente intestatario lascia l’abitazione
Potenza impegnata in kW per appartamenti fra i 3-3,5 kW, presente nella bolletta del precedente intestatario
Modalità di Pagamento bollettini postali, addebito diretto su conto corrente etc.

Cosa cambia se l'intestatario precedente è un'azienda?

Nel caso in cui il precedente intestatario fosse un’azienda sarà necessario procurarsi anche altre informazioni:

  • ragione sociale e Partita Iva dell’azienda,
  • visura catastale (se richiesta dal gestore),
  • dati e documenti di identità del legale rappresentante dell’azienda.

Per effettuare la voltura della luce dovrai compilare dei moduli all’interno dei quali inserire i dati necessari precedentemente indicati.

Voltura con cambio fornitore: cosa sapere

In passato, nel momento in cui si traslocava in un’abitazione precedentemente abitata da altri proprietari e si intendeva cambiare il proprio fornitore di luce e/o gas, bisognava effettuare due operazioni separate.

Infatti, bisognava prima richiedere la voltura per modificare l’intestatario del contratto di fornitura; successivamente si poteva procedere alla richiesta del cambio di fornitore. Questo, ovviamente, andava a generare un allungamento delle tempistiche necessarie per il passaggio ad un altro fornitore.

Tuttavia, dal 2021 è possibile richiedere contemporaneamente voltura e cambio di fornitore, attraverso un’unica procedura, semplicemente facendo richiesta al fornitore che meglio si ritiene che risponda alle proprie esigenze.

Scopri quanto costa la voltura con i principali fornitori e contatti per farla

Devi effettuare una voltura luce? Non ti preoccupare perché la procedura è semplice e sarai guidato passo dopo passo dal gestore, senza nessun problema. Vediamo nel prossimo paragrafo le varie compagnie nel dettaglio, i costi da sostenere e come contattarle.

Voltura con Enel

Enel è una delle più note compagnie del settore luce e gas, con offerte davvero convenienti sia per la casa che l’impresa.

Quanto costa la Voltura con Enel?

  • 23,00 € + IVA come corrispettivi commerciali.
  • 25,81 € + IVA di oneri amministrativi

Invece per quanto riguarda i canali di contatto, potrai richiedere facilmente la voltura utilizzando uno dei metodi seguenti:

CONTATTI VOLTURA ENEL
Numero verde gratuito 800 900 860
Sito ufficiale Enel
Store locator Enel sul territorio
Canali social

Voltura con Eni Plenitude

Altro gestore del settore luce e gas è Eni Plenitude (ex Eni Gas e Luce), valida compagnia con promozioni interessanti eco-sostenibili e 100% green.

Quanto costa la Voltura con Eni Plenitude?

Non sono indicati importi sul sito ufficiale ma normalmente per fare una voltura luce dovrai sostenere questi costi:

  • 24,00 € + IVA come contributi per la gestione delle pratiche
  • 25,81 € + IVA di oneri amministrativi

Puoi contattare il fornitore tramite questi canali:

CONTATTI VOLTURA ENI PLENITUDE
Numero Verde Eni Plenitude Voltura 800 900 700
Voltura Digitale Eni Plenitude Sito Ufficiale Eni Plenitude

Voltura con Acea

Acea, azienda di energia elettrica e gas offre tante tariffe convenienti sia per le famiglie che aziende.

Quanto costa la Voltura con Acea?

  • 25,81 € + IVA come oneri amministrativi
  • 23,00 € + IVA come costi di gestione del fornitore

Puoi contattare il gestore comodamente tramite questi canali:

CONTATTI VOLTURA ACEA
Numero Verde Acea 800 383 838
Fax Acea 800 031 143
Sportelli, Acea Point e Acea Energia Shop
Sito ufficiale Acea

Voltura con Sorgenia

Con il fornitore Sorgenia puoi richiedere facilmente le operazioni di voltura luce.

Quanto costa la Voltura con Sorgenia?

  • 23,00 € circa + IVA contributo fisso una tantum
  • 25,20 € circa + IVA oneri amministrativi

I canali di contatto della compagnia sono i seguenti:

CONTATTI VOLTURA SORGENIA
Numero verde da fisso 800 294 333
Numero verde da cellulare 02 44 388 001
Fax Sorgenia 02 23 329 400
Sito ufficiale Sorgenia
Canali social
Email customercare@sorgenia.it
Posta a Sorgenia S.p.A Casella Postale 14287, 20152 Milano

Voltura con Servizio Elettrico Nazionale

Anche il Servizio Elettrico Nazionale permette di richiedere facilmente la voltura della luce.

Quanto costa la voltura con SEN?

  • 23,00€ circa + IVA contributo fisso
  • 16,00 € imposta di bollo

Puoi contattare il SEN tramite i seguenti canali:
CONTATTI VOLTURA SEN
Numero verde da fisso 800.900.800
Numero verde da cellulare 199.50.50.55
Fax SEN 800.900.150
Sito ufficiale SEN
Email servizioelettriconazionale @pec.servizioelettriconazionale .it

Ecco questo erano tutti i dettagli sulla voltura luce e sui vari fornitori dell’energia elettrica. Con le informazioni ottenute potrai essere ben preparato e gestire al meglio la tua utenza di casa.

Voltura Luce: quando è gratuita? La voltura per decesso

La voltura della luce può essere richiesta gratuitamente solo in caso di decesso dell’intestatario, ammesso che quest’ultimo fosse un parente, e cioè un coniuge o un genitore.

Questa operazione specifica prende il nome di voltura per decesso (o mortis causa). Inoltre, il soggetto che richiede la voltura deve risultare residente al momento del decesso all’interno dell’abitazione in cui intende effettuarla.

Ti ricordiamo che si tratta di una voltura con accollo, ovvero:

  • cambierai intestatario del contratto e potrai continuare a usufruire dell’utenza senza interruzioni e alle medesime condizioni contrattuali già sottoscritte dal defunto; 
  • di contro accetterai di farti carico di tutti gli eventuali debiti contratti nel tempo dal tuo predecessore. Per avere un panorama più completo, ti suggeriamo di leggere un approfondimento sulla voltura luce con senza accollo

La voltura per decesso è obbligatoria?

Sì, la voltura per decesso è obbligatoria. Infatti, il nuovo intestatario deve svolgere questa pratica il prima possibile, in modo tale da ricevere le bollette con l’intestazione corretta e provvedere al loro pagamento. In caso di inadempimento prolungato a questo obbligo, il fornitore ha la facoltà sospendere la fornitura.

Voltura per separazione/divorzio

La voltura deve essere eseguita anche in caso di divorzio o separazione: infatti le utenze devono risultare intestate a colui o colei  che continua a risiedere nell’abitazione coniugale. Come stabilito dal Tribunale di Catanzaro nel 2014, questo non è solo un diritto ma anche un dovere per chi prende possesso della casa.

Occorre precisare che si tratta di una voltura con accollo in cui chi subentra si fa carico di tutti gli eventuali debiti del coniuge. Se il coniuge che rimane nell’abitazione non provvede a eseguire la voltura delle utenze, l’ex coniuge non ha alcun obbligo di legge a saldare le fatture e può adire alle vie legali

Quali sono le differenze subentro vs voltura e cosa conviene

Quando si va ad abitare in una nuova casa ci sono diverse faccende da sbrigare prima di potersi godere il relax assoluto. Tra queste, come visto, c’è la gestione delle utenze, fondamentali per svolgere le più basilari operazioni domestiche.

Una delle questioni che può portare più dubbi è il tipo di intervento da effettuare nell’appartamento, nel dettaglio se è necessario fare un subentro o una voltura luce.

Può succedere di confondersi su queste due procedure, soprattutto chi è meno esperto e deve affrontare per la prima volta le operazioni. Infatti si tratta di due cose ben distinte che richiedono un determinato iter burocratico a seconda della tua situazione.

Voltura

Se ti stai trasferendo in un’abitazione dove è già presente un contatore con tanto di offerta attiva potrai cambiare intestatario della bolletta e continuare a utilizzare l’utenza senza variazioni tariffarie. Una voltura luce può arrivare a costare circa 50 € + IVA mentre per il gas dipende dal fornitore e le tempistiche per entrambe le utenze si attestano intorno ai 7 giorni lavorativi

Subentro

Nel caso in cui tu stia traslocando in una casa dove è sì presente un contatore attivo ma senza un contratto di fornitura collegato, dovrai richiedere un subentro. Tale operazione consiste nella sottoscrizione di una nuova tariffa con il fornitore più conveniente e nell’attivazione del contatore. I costi sono simili a quelli della voltura mentre le tempistiche variano da 7 giorni lavorativi per l’energia elettrica a 12 giorni per il metano

Sebbene le due operazioni vengano spesso confuse, in realtà si applicano in due situazioni diverse.

Per conoscere meglio le altre procedure, leggi le nostre guide:

Oltre 1 milione di clienti si è affidato al nostro servizio gratuito per risparmiare. Cosa aspetti? Chiama anche tu e risparmia!

0694505904

Info

Domande Frequenti

Come si fa la voltura della luce?

I passi da seguire per fare una voltura sono i seguenti:

  1. Assicurati di avere la documentazione necessaria;
  2. Invia la documentazione al tuo fornitore;
  3. Paga la voltura e attendi l'invio del contratto.
  4. Firma il nuovo contratto luce.
  5. Verifica che tutti i dati siano corretti.

Quanto costa fare la voltura della luce?

La voltura nel mercato libero ha un costo che varia tra i 20 e i 60 euro a seconda del fornitore a cui si richiede quest'operazione. Per eseguire una voltura con cambio fornitore puoi chiamare GRATIS il numero 0282956407.

Cosa bisogna fare per fare la voltura della luce?

Dai 4 ai 7 Giorni sono la tempistica media per ogni fornitore di elettricità elettrica! Da notare però come ci sono 14 giorni di diritto di ripensamento se si ha cambiato idea!

Cosa conviene voltura o subentro?

Dipende! Subentro e Voltura sono due operazioni diverse! Si deve fare la voltura se si vuole cambiare  cambiare il nome dell'intestatario mantenendo la stessa offerta e le stesse condizioni. Per il subentro invece avviene un interruzione della corrente e si cambia totalmente fornitore.

Chi paga le spese di voltura?

Di norma, la Voltura della luce deve essere pagata da chi la richiede, quindi al nuovo intestatario o comunque al nuovo intestatario.

Quali possono essere i rischi di una voltura?

Quando si effettua una voltura delle utenze, può esserci il rischio che nel passaggio da un intestatario ad un altro siano addebitati dei costi extra. Pertanto, con la dovuta attenzione ed informandoti a dovere prima di effettuare una voltura, non correrai il rischio di incontrare soprese e di imbatterti in costi indesiderati.

Aggiornato su 31 Mag, 2024

redaction La redazione di Prontobolletta
Redactor

Gaia V.

Specialista SEO

Commenti

bright star bright star bright star bright star grey star

Per saperne di più sulla nostra politica di controllo, trattamento e pubblicazione dei commenti leggi le nostre menzioni legali.