Voltura Gas: che cos’è, come richiederla al fornitore e quanto costa?

Annuncio: Servizio Gratuito. 4,8/5  su Trustpilot ⭐⭐⭐⭐⭐

Annuncio: Servizio Gratuito. 4,8/5  su Trustpilot ⭐⭐⭐⭐⭐

Cosa significa voltura? La voltura del gas consiste nel cambio di intestatario della fornitura del gas, senza interruzione dell’erogazione di energia. Essa si effettua quando la fornitura è ancora attiva a nome del precedente inquilino. Per richiederla occorre contattare il fornitore ed inviare una serie di dati e informazioni; i costi di questa operazione variano tra i 50€ ed i 70€, e per il completamento della procedura occorrono solamente 4 giorni.

Voltura Gas
Cos’è? È la procedura per cambiare titolarità di una fornitura del gas.
Quando si effettua? Si effettua quando c’è una fornitura ancora attiva, ma a nome del precedente inquilino.
Come richiederla? Per richiederla occorre contattare il fornitore e inviare una serie di dati e informazioni.
Quanto costa? Il costo varia tra i 50€ ed i 70€.

Come fare la voltura gas?

La procedura per fare la voltura del gas prevede i seguenti step:

  1. contattare il fornitore e comunicare la volontà di procedere con il cambio intestatario delle bollette
  2. raccogliere i dati richiesti e preparare la documentazione da trasmettere al venditore secondo le modalità indicate dallo stesso
  3. presentare la richiesta di voltura gas
  4. attendere la conferma dell’accettazione della domanda.

Ma quando si rende necessaria la voltura del gas e a chi spetta?

  • Trasloco in una casa in affitto
  • Trasferimento in seguito all’acquisto di un immobile precedentemente abitato
  • Voltura per decesso
  • Separazione o divorzio

Se il nuovo inquilino non si adopera per cambiare l’intestazione del contratto, il proprietario dell’immobile potrebbe rescindere il contratto di affitto siglato o chiedere il rimborso dell’importo non versato.

Analogamente, la mancata voltura delle bollette da parte del nuovo proprietario potrebbe causare problemi al venditore dell’immobile che non abbia provveduto alla disdetta contrattuale della fornitura. Per tale ragione durante le trattative per la compravendita è bene definire e concordare anche la gestione del passaggio delle utenze energetiche.

Modalità di contatto per effettuare la voltura gas

Ciascun provider energetico definisce le modalità di contatto con cui gli utenti possono effettuare la voltura del gas. Oggigiorno, la maggior parte dei fornitori mette a disposizione un’ampia gamma di canali di comunicazione offline e online accessibili a chiunque.

In linea generale, per contattare il gestore e richiedere la voltura gas si possono utilizzare:

  • il Numero Verde del Servizio Clienti
  • gli sportelli fisici o i punti vendita sul territorio
  • gli indirizzi e-mail dell’assistenza
  • il servizio di live chat
  • l’Area Clienti fruibile dal sito web o dall’applicazione mobile
  • gli account sulle piattaforme social
  • i canali di messaggistica WhatsApp e Telegram
  • i form online.

Inoltre, per agevolare il disbrigo della pratica energetica spesso le società di vendita pubblicano sui loro siti web i moduli per ciascuna tipologia di voltura, corredati dalle istruzioni per la corretta compilazione.

Quanto costa fare una voltura gas?

Il costo della voltura del gas varia solitamente tra i 50 € e i 70 €. I costi possono variare sia in base al fornitore, sia in base alla tipologia di mercato (libero o tutelato) in cui è attiva l’utenza:

  • Utenza attiva nel mercato tutelato: sarai tenuto a pagare i costi amministrativi, che variano in base al distributore locale e che sono indicati nel contratto di fornitura, più un contributo fisso di 23 + IVA e l’imposta di bollo pari a 16 €
  • Utenza attiva nel mercato libero: in questo caso, il costo per la voltura del gas varia da fornitore a fornitore ed è di circa 50€. I costi includono un contributo fisso di 23€ per la gestione deppe spese, una quota di 26€ per gli oneri amministrativi e, per alcuni fornituri, un deposito cauzionale se si decide di pagare tramite bollettino postale.
Costi Voltura Gas
Dettaglio Costi Mercato Tutelato Mercato Libero
Costi Amministrativi Variabili secondo il distributore locale 26€
Contributo Fisso + IVA 23€ 23€
Imposta di Bollo 16€ no
Deposito Cauzionale no Eventuale
Costo Totale Circa 70€ Circa 50€

Se si decide di pagare con bollettino postale, molti fornitori richiedono il pagamento di un deposito cauzionale. Alcuni fornitori, inoltre, possono richiedere un esborso di denaro maggiore per una certa quantità di metri cubi/anno di consumo.

Molti distributori, come ad esempio AGSM Energia o Acea,  per le utenze gas aggiungono un contributo fisso di 30€.

Quanto tempo ci vuole per voltura gas?

Per effettuare la voltura del gas ci vogliono massimo 4 giorni in totale a partire dal ricevimento della richiesta completa di tutta la documentazione.

  • Primi 2 giorni: il fornitore riceve la richiesta e la inoltra al distributore locale
  • Successivi 2 giorni: viene registrato il contratto con il nuovo intestatario

Attenzione!

Con alcuni opertori potrebbero essere necessari dei tempi un po’ più lunghi (fino a 10 giorni lavorativi) in quanto, a volte, può rivelarsi necessario rivolgersi al distributore locale per svolgere degli accertamenti.

Diritto di recesso: è possibile?

Solo per i contratti di fornitura sottoscritti online o telefonicamente, il cliente ha il diritto ad effettuare il recesso dal contratto senza costi di uscita e senza dover fornire alcuna giustificazioni, entro e non oltre 14 giorni dal momento della firma del contratto.

Infine per quanto riguarda i tempi, al contrario dei costi, non ci sono differenze tra mercato libero e mercato tutelato.

Voltura gas: quali sono i dati necessari?

Per effettuare la voltura del gas, serve un “titolo che attesti la proprietà, il regolare possesso o la regolare detenzione dell’unità immobiliare”, e serve che nella casa sia presente un contatore lasciato attivo dal precedente inquilino. Inoltre ti servirà la seguente documentazione:

  • codice PDR
  • documento d’identità dell’intestatario
  • autolettura del gas
  • dati del precedente intestatario
  • Indirizzo sia del nuovo che del vecchio intestatario
  • Il tuo codice IBAN nel caso tu voglia stipulare un nuovo contratto con addebito diretto
  • Recapito telefonico / indirizzo e-mail

Voltura per decesso

La voltura per decesso (anche detta voltura mortis causa) può essere richiesta in caso di decesso dell’intestatario della bolletta del gas. Questa pratica viene svolta gratuitamente e solo nel caso in cui vi sia la presenza dei seguenti requisiti:

  • il nuovo intestatario è parente o erede del vecchio intestatario
  • il nuovo intestatrio risulta essere già residente nell’abitazione per la quale richiede la voltura

Nel caso della voltura per decesso, inoltre, la tipologia di voltura che dovrai effettuare è la voltura con accollo; in sostanza, sarai tenuto ad accettare le condizioni contrattuali del precedente intestatario e dovrai incaricarti del pagamento di eventuali debiti pregressi.

Voltura con cambio fornitore

A luglio 2021, ARERA ha stabilito che per le Piccole e Medie Imprese (PMI) è possibile effettuare la voltura con contestuale cambio fornitore, senza dunque dover a prescindere accettare la fornitura del precedente intestatario. Successivamente, nel settembre dello stesso anno, questa facoltà è stata estesa anche alle utenze domestiche.

Qual è il vantaggio?

Il vantaggio costituito da questa possibilità è sia economico che di tempo, in quanto il cliente potrà scegliere fin da subito e senza alcuna attesa il fornitore che più gli conviene e più è vicino alle sue necessità.

Voltura gas con cambio fornitore
Prima del 2021 Dopo il 2021
🕰️ Tempo necessario per voltura 🕰️ 50-60 giorni 5 giorni
↪️ Possibilità di cambiare offerta ↪️ Non da subito Subito, insieme alla voltura

Come si effettua la voltura gas nei principali fornitori?

Come fare la voltura con i diversi provider.Facciamo alcuni esempi:

Acea

Ottime indicazioni in tal senso vengono ad esempio dal sito di Acea, che ben spiega i passaggi da effettuare per una Voltura Acea gas Roma.
Se si desidera assegnare un contratto attualmente a proprio nome di un’altra persona, effettuando una voltura bolletta gas, è necessario fornire:

  • il tuo codice fiscale
  • il codice POD o l’ID Eneltel n. del contatore (per una fornitura di energia elettrica) o il codice PDR (per una fornitura di gas naturale). Lo vedrai sul tag attaccato al contatore
  • la lettura del contatore.

Inoltre, dovrai compilare e restituire il modulo che dichiara la proprietà o il legittimo possesso della proprietà per la quale è richiesta la fornitura di elettricità o gas (certificato di residenza).

Iren

Se invece sei utente Iren, per effettuare una voltura, puoi:

  • contattare il numero verde 800 969696
  • recarti presso uno degli sportelli disponibili sul territorio
  • collegarti al sito clickiren.gruppoiren.it (oppure scaricare l’app per il tuo smartphone o tablet) e seguire le istruzioni on line).

A2A

Altre notizie interessanti per la tua voltura gas a2a per la fornitura gas se sei utente a2a. In questo caso, ecco i dati che dovrai comunicare:

  • Nome e cognome o ragione sociale dell’intestatario del contratto luce e gas
  • Codice fiscale e/o partita IVA dell’intestatario del contratto
  • Indirizzo di residenza o sede legale della società
  • Recapito al quale inviare le bollette
  • Recapito telefonico
  • E-mail
  • Indirizzo di fornitura
  • Codice POD/PDR o matricola del contatore da attivare
  • La titolarità in base al quale si occupa l’immobile per il quale si richiede la fornitura (Proprietà, Locazione, Usufrutto, ecc.)
  • Dati catastali dell’immobile
  • Apparecchi a gas utilizzati (cucina, scaldabagno, caldaia)
  • Potenza richiesta per il contatore di energia elettrica (KW 3 – 4,5 – 6 – 10…)

Eni Plenitude

Se invece sei utente Eni Plenitude, ecco di cosa hai bisogno per la tua voltura Eni gas online:

  1. Codice POD per la luce o PDR per il gas. Li trovi indicati in bolletta.
  2. Documento di identità relativo al nuovo intestatario
  3. Lettura e uso del gas: una lettura aggiornata del contatore e l’uso del gas tra cottura, acqua calda o riscaldamento


I dati utilizzati per la voltura saranno quelli inseriti in fase di registrazione: assicurati quindi di effettuarla utilizzando nome, cognome e codice fiscale del nuovo intestatario della fornitura.
Puoi anche effettuare la voltura via telefono. Inoltre, puoi cambiare l’intestatario della fornitura di gas e/o luce anche chiamando il numero verde 800.900.700: il personale potrà assisterti nella compilazione della documentazione. Leggi anche questo articolo per capire a chi spetta la voltura delle utenze.
Scopriamo che cos’è la voltura gas secondo l’Autorità dell’energia Arera.

Non sai se fare voltura o subentro per le tue utenze? scoprilo nel nostro articolo.

Analizzata la voltura del gas potresti essere interessato ad approfondire l’argomento della voltura con le seguenti guide:

Migliori offerte gas del mercato libero: quali sono?

Se intendi effettuare una voltura con cambio fornitore per la tua fornitura di gas e non sai quale offerta scegliere, ecco alcune delle migliori attualmente presenti nel mercato libero:

Voltura e subentro: quali sono le differenze?

Quando si effettua un trasloco o si acquista una casa, è solitamente necessario procedere con il passaggio delle forniture di luce e gas, tramite procedimenti come voltura o subentro.

Spesso però si crea un po’ di confusione tra queste due procedure diverse legate a due circostanze diverse. Ecco una tabella riassuntiva che può aiutarti a capirne le differenze:

Differenze tra voltura e subentro
Voltura Subentro
Contatore presente ed attivo Contatore presente ma non attivo
Non c’è interruzione del servizio, ma solo il cambio di intestatario Attivazione di un nuovo contratto dopo l’interruzione del servizio di fornitura da parte del precedente inquilino
L’utente paga eventuali debiti dell’intestatario precedente Il nuovo intestatario non è tenuto a pagare i debiti del precedente

Se vuoi scoprire ulteriori informazioni sulle procedure di voltura e subentro, ti invitiamo a consultare la nostra pagina dedicata all’argomento.

Un operatore esperto può assisterti nella procedura di voltura del gas, chiama gratuitamente questo numero. Già 800.000 clienti si sono affidati ai nostri esperti.

0282956407

Info

Domande Frequenti

Quanto costa volturare il gas?

Il costo per volturare il gas nel mercato libero varia da fornitore a fornitore ed è di circa 60 euro. Il costo di una voltura nel mercato tutelato è di 66 euro divisi tra oneri amministrativi (27,00), oneri generali (23,00) e imposta di bollo (16,00). Vuoi richiedere una voltura con cambio fornitore? Chiama Gratis lo 02 94 75 67 37.

Quanti giorni per voltura gas?

Per una voltura gas servono circa 7-10 giorni lavorativi. Questo dipende dal gestore a cui viene fatta la richiesta.

Quanto tempo occorre per fare la voltura del gas?

Con la voltura si camba l'intestatario del contratto di un'utenza Luce e Gas già attiva con un fornitore. Il costo medio è di circa 50€ + IVA ed avverrà tra i 4 e i 7 giorni lavorativi, senza distinzioni tra luce e gas!

Chi paga le spese della voltura?

In genere la voltura la paga chi la richiede, quindi il pagamento spetta sempre al nuovo inquilino.

Quando fare la voltura e quando fare il subentro?

Se il contatore è già attivo e non è necessario fare l'interruzione nell'erogazione di corrente allora si dovrà effettuare la voltura. Il subentro invece è necessario quando  l'utenza non è attiva, cioè il contatore non sta fornendo corrente all'abitazione.

Aggiornato su 31 Mag, 2024

redaction La redazione di Prontobolletta
Redactor

Gaia V.

Specialista SEO

Commenti

bright star bright star bright star bright star grey star

Per saperne di più sulla nostra politica di controllo, trattamento e pubblicazione dei commenti leggi le nostre menzioni legali.