Quanto consuma il frigorifero in un giorno? Si può risparmiare?

Annuncio: Servizio Gratuito. 4,8/5  su Trustpilot ⭐⭐⭐⭐⭐

Annuncio: Servizio Gratuito. 4,8/5  su Trustpilot ⭐⭐⭐⭐⭐

Quanto consuma un frigorifero in media?

Fra tutti gli elettrodomestici, il frigorifero è quello che lavora più di tutti: infatti è acceso 24 ore su 24. Allora potresti domandarti quanto consuma in media questo apparecchio. Per poter rispondere alla domanda sul consumo frigorifero bisogna considerare diversi fattori, fra cui la classe energetica e la dimensione dell’elettrodomestico. Per fare una media, possiamo considerare un frigo familiare con le seguenti caratteristiche:

  • capacità compresa fra i 220 e i 280 litri;
  • congelatore da 50 litri.


Un elettrodomestico del genere consumerà circa 1,25 kWh al giorno: quindi se il costo della luce è di 0,53 €/kWh, la spesa per il frigo ammonterà a 0,66 € al giorno. Ovviamente questa cifra è variabile a seconda della tipologia di frigorifero che hai deciso di acquistare.

Diverse tipologie di frigo

Sul mercato esistono tre diverse tipologie di frigo tra cui potrai scegliere:

  1. A doppia porta: hanno una capacità compresa fra i 220 e i 300 litri e sono ideali per single o famiglie di 2 o 3 persone. Il vano congelatore è posto in alto rispetto al frigo vero e proprio e la sua grandezza è pari a circa un quinto del totale;
  2. Combinati: hanno una capacità superiore, in media 350 litri, un’altezza di circa 2 metri e sono caratterizzati dal fatto che il vano congelatore è sotto al frigo ed è diviso in due o tre cassetti. Questi frigoriferi sono adatti a famiglie di 4 o 5 persone;
  3. Side by: qui il vano frigo è affiancato al vano congelatore, permettendo una capacità fino a 800 litri. Naturalmente questi frigoriferi richiedono uno spazio di installazione maggiore e sono adatti a famiglie che necessitano di conservare grandi quantità di cibo.


Per poter decidere qual è il frigorifero che fa per te devi considerare diversi fattori. Come per la scelta di una lavatrice o di una lavastoviglie, dovrai considerare il numero di persone che occupano la casa e lo spazio che hai a disposizione. Infatti, se sei single non sarà conveniente acquistare un frigo side by e viceversa, se hai una famiglia numerosa non è consigliabile acquistare un frigo a doppia porta.

Cosa impatta maggiormente sul consumo di un frigorifero

I fattori che impattano sul consumo di un frigorifero sono tanti e provvedere a migliorarli contribuisce a raggiungere un obiettivo di risparmio. Ecco quali sono gli elementi che incidono sui consumi di un frigo:

  • Classe energetica: come altri elettrodomestici, dal forno alla lavatrice, dall’asciugatrice alla lavastoviglie o al ventilatore anche i frigoriferi riportano l’indicazione della classe energetica. Quest’ultima indica l’efficienza energetica e quindi il livello di consumo del frigorifero in un anno. Le classi vanno dalla G, la meno efficiente, fino alla A, quella che permette prestazioni più elevate a fronte di un minor consumo;
  • Dimensioni: i modelli più piccoli consumano meno di quelli più grandi e capienti;
  • Tipologia: un combinato consumerà di meno rispetto a un frigo side by;
  • Posizione: se posizionato in zone della casa scarsamente ventilate o vicine a fonti di calore, il frigo consumerà di più. Quindi è sconsigliato posizionare il frigo vicino ai fornelli, a meno che non si tratti di un piano a induzione;
  • Potenza: maggiore è la potenza, maggiore è il consumo;
  • Variazioni della temperatura: più la temperatura rimane stabile all’interno del frigo e meno esso avrà bisogno di raffreddare;
  • Stagione: per la stessa ragione espressa sopra, il frigo consuma di più in estate che in inverno;
  • Anni: un modello vecchio consumerà sicuramente di più di uno nuovo, anche a parità di potenza.

Come risparmiare sul consumo del frigorifero?

Come già detto, il frigorifero è l’unico elettrodomestico che non può essere spento o messo in standby, per cui l’unico modo per risparmiare è razionalizzare i consumi. Ciò non significa che dovrai rinunciare all’utilizzo del frigo, ma semplicemente che dovrai prestare particolare attenzione ad alcuni aspetti come:

  • classe energetica che determina l’efficienza dell’elettrodomestico;
  • dimensioni del frigo: presta particolare attenzione a questo aspetto per evitare sprechi. Un po’ come accade con il deumidificatore e purificatore d’aria, le dimensioni devono essere adeguate all’ambiente in cui si trovano;
  • imposta la temperatura corretta, seguendo le istruzioni del produttore;
  • attento a non sovraccaricare il frigo, ma anche a non farlo girare a vuoto.


Approfitta del risparmio sull’energia elettrica!

02 94 75 67 37

Info

La corretta organizzazione del frigo

Per utilizzare il frigo in maniera corretta devi occuparti anche della sua organizzazione. Infatti, seguire un certo ordine nel riporre gli alimenti ti aiuterà a evitare sbalzi di temperature e di conseguenza a ridurre i consumi. Ogni volta che apri la porta del frigo o che inserisci un alimento caldo, il compressore deve raffreddare di nuovo tutto l’ambiente interno. Proprio come tenere la finestra spalancata incide sul costo della stufa pellet.

Pertanto è consigliabile ordinare il cibo così:

  1. alimenti già cotti e avanzi da consumare velocemente nei piani alti;
  2. uova, latticini, salumi e dolci a base di creme e panna nei ripiani centrali;
  3. carne e pesce crudi nei ripiani più bassi;
  4. frutta e verdura nell’apposito cassetto;
  5. bevande, burro e altri alimenti che necessitano di leggera refrigerazione negli spazi della porta.

La manutenzione del frigorifero

Una periodica manutenzione del tuo frigorifero aiuterà a mantenere efficiente l’elettrodomestico e a contenere i consumi. Le operazioni di manutenzione sono principalmente due:

  1. se il frigo si surriscalda, non raffredda abbastanza o è eccessivamente rumoroso potrebbe essere segno di un malfunzionamento, quindi ti consigliamo di rivolgerti a un tecnico per risolvere il problema;
  2. l’accumulo di ghiaccio potrebbe causare difficoltà al frigo nella fase di raffreddamento, pertanto è consigliabile svuotare il frigo e procedere allo sbrinamento.


Per concludere, se anche adottando queste best practices per risparmiare sul consumo frigorifero vedi che la tua bolletta è troppo cara, potresti pensare a un nuovo fornitore. Per aiutarti nella ricerca, ti consigliamo di servirti del Portale Offerte gestito da ARERA, Autorità in materia energetica. Visitando questa pagina sarai in grado di selezionare e confrontare decine di offerte luce.

Cosa stai aspettando? Chiamaci e risparmia in bollette luce e gas!

02 94 75 67 37

Info

Aggiornato su 31 Mag, 2024

redaction La redazione di Prontobolletta
Redactor

Giada Ravalli