Qual è il consumo medio di un ventilatore?

Annuncio: Servizio Gratuito. 4,8/5  su Trustpilot ⭐⭐⭐⭐⭐

Annuncio: Servizio Gratuito. 4,8/5  su Trustpilot ⭐⭐⭐⭐⭐

Come saprai, gli elettrodomestici sono una parte necessaria della vita quotidiana di ogni individuo, ma il loro consumo di energia può aumentare rapidamente, in particolare in estate, quando vengono utilizzati per rinfrescarsi. Ma prima di correre a comprare un ventilatore o un condizionatore d’aria, ci sono alcune cose da sapere sulla quantità di energia consumata da ciascuno e su come risparmiare energia.

Se vuoi sapere a quanto corrisponde il consumo di un ventilatore, continua a leggere la nostra guida e scoprirai:

  1. quanto consuma un ventilatore
  2. qualche suggerimento per aiutarti a risparmiare energia e denaro sull’utilizzo di questo elettrodomestico
  3. se conviene di più un ventilatore o un condizionatore
  4. cosa sono le etichette energetiche sui ventilatori


Come detto anticipatamente, il consumo degli elettrodomestici fa aumentare notevolmente il valore della bolletta energetica, per cui risulta fondamentale saperlo calcolare. In questo modo, potrai massimizzare il risparmio ed abbattere i costi energetici.

Per prima cosa, devi sapere che il consumo dei singoli dispositivi può essere differente a seconda della tipologia di elettrodomestico e della potenza assorbita.

Questo vuol dire che, più alta è la potenza assorbita dal tuo impianto elettrico, tanto maggiore sarà l’importo in bolletta, anche perché è calcolato sul costo per kWh consumato.

Quindi, per calcolare il consumo degli elettrodomestici, bisogna partire dal presupposto che la potenza elettrica assorbita da questi ultimi viene espressa in kilowatt (kW) e che ogni kW corrisponde a 1000 Watt. Se prendiamo come esempio un elettrodomestico con una potenza di 0,6 kW che rimane acceso per 10 ore al giorno, il suo consumo mensile si otterrà moltiplicando la potenza per le ore di attività (0,6 x 10 = 6 kWh).

In estate i ventilatori sono un ottimo modo per rimanere al fresco quando le temperature salgono.

Ma solo perché sono economici e facili da usare non significa che siano efficienti dal punto di vista energetico. Infatti, il consumo medio di un ventilatore è tra i 100 ed i 150 kWh. Ciò significa che se il tuo ventilatore funziona per 8 ore al giorno, consumerà tra gli 800 ed i 1000 watt in un giorno.YOUR TEXT

Di seguito, potrai leggere i wattaggi medi per diverse tipologie di ventilatore:

  • a soffitto: 50 W
  • da tavolo: 40 W
  • a torre: 60 W


Se non sai a quanti Watt corrisponde il tuo ventilatore, puoi controllare la potenza scegliendo una tra le seguenti modalità:

  • leggi l’etichetta sulla ventola
  • controlla il manuale d’uso
  • verifica il modello del tuo ventilatore

Se invece vuoi conoscere il consumo piano induzione o come calcolare il consumo deumidificatore purificatore aria, ti suggeriamo la lettura dei nostri articoli dedicati.

Come risparmiare energia con il proprio ventilatore?

Se sei alla ricerca di modi per risparmiare energia e ridurre il consumo del tuo ventilatore pur rimanendo freschi in estate, ci sono diversi modi per farlo. Infatti questi dispositivi sono la soluzione migliore per rimanere al fresco durante la stagione estiva, ma possono anche aiutarti a mantenere basse le bollette energetiche.

Approfitta del risparmio sull’energia elettrica!

02 94 75 67 37

Info

Un ventilatore elettrico infatti è un modo semplice per mantenere una stanza ben ventilata, ma può consumare una notevole quantità di energia. Per prima cosa, verifica le tue abitudini ed inizia da piccoli gesti quotidiani. Per esempio, quando entri in una stanza accendi il ventilatore, ma ricordati di spegnerlo nel momento in cui esci. Allo stesso modo, per controllare il consumo elettrodomestici, ricorda di non lasciarli mai in standby quando non li utilizzi. Infatti, elettrodomestici come la lavastoviglie o l’asciugatrice consumano energia (in quantità ridotte) anche se non vengono utilizzati.

Ventilatore Lasko

64 €

Tecnologia con fusibile di sicurezza brevettata Blue Plug

  • icon star Ventilatore da pavimento
  • icon saving Altezza regolabile, inclinazione regolabile
  • icon green-leaf 18 pollici (45,7 cm)

UBuy non è partner di Papernest


Ardes Ventilatore da tavolo

112 €

Inclinazione regolabile

  • icon star 45 watt
  • icon saving 1,9 chilogrammi
  • icon green-leaf Ampia base d'appoggio

UBuy non è partner di Papernest


CODSOK Ventilatore USB

40,00 €

Alta compatibilità con alimentazione USB

  • icon saving Ventilatore da tavolo
  • icon star Funzionamento Silenzioso
  • icon green-leaf USB Mini Ventilatore Portatile

UBuy non è partner di Papernest

Un’altra grande opzione è quella di investire in ventilatori che hanno ottenuto l’etichetta energetica, di cui ti parleremo più avanti. Ad ogni modo, usa il ventilatore della giusta dimensione per lo spazio che vuoi raffreddare. In questo modo sarai certo di non consumare più energia del necessario.

Ti suggeriamo di consultare anche i nostri articoli dedicati al consumo forno, consumo frigoriferoconsumo congelatore.

Conviene un ventilatore o un condizionatore?

Per ottenere un risparmio energetico, l’acquisto di un ventilatore può essere un’ottima alternativa al condizionatore d’aria. Ma come si fa a sapere qual è quello giusto per te?

Innanzitutto, un ventilatore può essere un ottimo modo per risparmiare sui costi energetici, in quanto spesso consuma meno di un condizionatore d’aria e, se usato in modo corretto, è in grado di fornire raffreddamento. Per stabilire se un ventilatore è sufficiente o meno per le tue esigenze, devi considerare alcuni elementi, ossia:

  1. le dimensioni della stanza
  2. la quantità di flusso d’aria necessaria


In ogni caso, un ventilatore può aiutarti a mantenere basse le bollette energetiche in diversi modi, offrendo differenti vantaggi rispetto all’uso di un condizionatore. Se invece vuoi conoscere il costo stufa pellet, ti rimandiamo alla lettura del nostro articolo su questo argomento.

Quali sono le etichette energetiche sui ventilatori e cosa significano?

Se stai pensando di acquistare un ventilatore o un altro elettrodomestico e desideri farlo in condizioni vantaggiose, dai un'occhiata a ciò che ti mostreremo di seguito.

Quando si parla di consumo ventilatori ed elettrodomestici in generale, è di vitale importanza saper leggere in modo corretto l’etichetta energetica dell’apparecchio elettrico che si vuole acquistare. Si tratta di uno strumento informativo che permette di determinare in modo rapido l’efficienza energetica di un elettrodomestico, indicando anche la classe energetica di appartenenza.

È un documento importante perché permette di valutare i costi di ciascun apparecchio, aiutando a scegliere, a parità di caratteristiche tecniche, l’elettrodomestico a più basso consumo energetico. Non solo, l’etichetta energetica è obbligatoria per tutti gli elettrodomestici venduti all’interno dei paesi che fanno parte dell’Unione Europea, e deve, per legge, essere esposta in modo chiaro.

Quindi, conviene a tutti guardare l’etichetta energetica per assicurarsi un risparmio in bolletta, anche nel caso si acquistasse un ventilatore online. Come detto precedentemente, l’etichetta deve essere esposta nella parte anteriore del prodotto e deve fornire indicazioni dettagliate sulla capacità di consumo. Saperla leggere consente di risparmiare sul consumo ventilatore, ma anche di avere una particolare attenzione verso la sostenibilità ambientale.

Se vuoi conoscere le offerte di energia elettrica proposte dai fornitori attivi nel Mercato Tutelato regolamentato dall’Autorità, ti suggeriamo di visitare il sito di ARERA (Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente) a questa pagina.

Cosa stai aspettando? Chiamaci e risparmia in bollette luce e gas!

02 94 75 67 37

Info

Aggiornato su 31 Mag, 2024

redaction La redazione di Prontobolletta
Redactor

Giada Ravalli