Bolletta morosità. Si può cambiare fornitore?

Servizio Gratuito: 4,8/5  su Trustpilot ⭐⭐⭐⭐⭐


Servizio Gratuito: 4,8/5  su Trustpilot ⭐⭐⭐⭐⭐


Sommario Bolletta morosità Si può cambiare fornitore? Scopri con il nostro articolo cosa succede per volture, subentri e cambi di fornitura in caso di bollette insolute.

I casi dei clienti in mora con i loro pagamenti delle bollette di energia elettrica e gas, possono verificarsi più frequentemente di quanto generalmente si pensi. Sia essa volontaria o accidentale, è importante sapere come si comportano le aziende nei casi dei clienti in mora e cosa è loro concesso. In questo articolo vedremo se si può cambiare fornitore con una bolletta per morosità ancora in essere.

Da sapere:

Ciò vale non solo per i clienti che hanno bollette in arretrato con il proprio gestore, ma anche per quegli utenti che chiedono di diventare intestatari di un contatore (con operazioni di subentro o di voltura) in cui l’attuale intestatario è moroso nei confronti del proprio fornitore.

Per entrambi i casi ci sono delle azioni che è consigliabile intraprendere e alcune che non sono permesse ai clienti in mora. Vediamo in quali casi si può cambiare fornitore anche con morosità in bolletta.

Cambio di intestatario con morosità

cambio fornituraQuando traslochiamo e ci muoviamo in nuovi locali dobbiamo necessariamente trasferire anche le nostre utenze di energia elettrica e gas. Per farlo vengono comunemente effettuate operazioni di subentro o di voltura delle utenze che notificano al fornitore la volontà di stipulare un contratto per il contatore associato all’utenza precedente. In casi di cambio di intestatario con morosità, cioè in cui l’utenza “uscente” non ha dovutamente saldato le ultime bollette, le cose sono, a volte, leggermente più complicate.

Infatti, con il cambio di intestatario del contatore, le compagnie fornitrici non possono più rivalersi sull’utente precedente con la sospensione dell’erogazione di energia elettrica.

Inoltre, i fornitori non possono richiedere il pagamento dei debiti arretrati accumulati dalla precedente utenza associata al contatore.

Subentro

Dunque, in questi casi, l’opzione preferibile è quella di:

  • effettuare un subentro facendo in modo che il vecchio intestatario (insolvente) chiuda il suo contratto.
  • Così facendo, è più evidente per il fornitore che non vi è continuità tra la precedente fornitura e quella nuova.
  • Chi occupa i locali potrà, a questo punto, richiedere una riattivazione dell’utenza con il fornitore di sua scelta.

Voltura

Invece le operazioni di voltura sono leggermente più complesse, in quanto, in nessun momento si avrà una interruzione della distribuzione di energia elettrica al contatore che possa segnalare la distinzione tra le due utenze. In questi casi:

  • il nuovo cliente può richiedere al fornitore un documento di estraneità con il quale viene segnalato che non si ha alcun rapporto con il precedente intestatario del contatore.
  • Ciononostante, è una libera scelta del fornitore quella di procedere all’operazione di voltura.
  • Può, ad esempio, capitare che la compagnia fornitrice rifiuti di sottoscrivere contratto con l’utente. Il nuovo inquilino potrà allora rivolgersi a un nuovo fornitore per la voltura.

Hai intenzione di cambiare fornitore? Chiamaci subito gratuitamente. Già 560.000 clienti in Europa si fidano di noi!

02 94 75 67 37

Info

Cambio fornitore con morosità

Quando il cliente si trova in condizione di morosità, non è possibile effettuare il cambio della fornitura. Ciò non è solo stabilito dalla legge, ma è anche nell’interesse delle compagnie fornitrici non sottoscrivere contratti con clienti manifestamente inadempienti.

Può capitare che tali situazioni di morosità siano accidentali (in cui, cioè, il cliente ha dimenticato il termine ultimo del pagamento della sua bolletta).

morositaInvece, in altri casi il cambio di fornitura può essere richiesto appositamente da un cliente inadempiente, dando luogo alla pratica del cosiddetto “turismo energetico”. Cambiando fornitore senza notificare la nuova compagnia della propria situazione di morosità, gli utenti riescono a evitare le conseguenze del mancato pagamento delle bollette con il gestore precedente. Inoltre, può essere utile sapere come disdire il proprio contratto della luce con bolletta non pagata.

Per evitare questa spiacevole situazione le compagnie fornitrici hanno adottato negli anni alcuni accorgimenti:

  • La creazione, a partire dal 2010, del SII (Sistema Informativo Integrato): un database nel quale sono collezionati tutti i contatori di energia elettrica e gas presenti in Italia e sono registrate le loro condizioni.
    Sarà semplice per i fornitori interrogare il database e consultare le informazioni relative al contatore prima di sottoscrivere un qualsiasi contratto di utenza.
  • A tutela dei fornitori i cui clienti morosi hanno effettuato un cambio di gestore dell’energia elettrica è stato predisposto dall’ARERA il cosiddetto corrispettivo indennitario CMOR. Grazie a questo strumento il vecchio fornitore, creditore delle bollette non pagate, può contattare il gestore a cui il cliente è passato e richiedere l’addebito delle bollette insolute direttamente nella bolletta per la nuova utenza.
    In questo modo la compagnia fornitrice potrà ottenere il pagamento degli arretrati senza dover ricorrere ad azioni giudiziarie che, oltre ad avere tempi molto lunghi, sarebbero dannose anche per l’utente.

Per sapere di più su come evitare il distacco della corrente leggi il nostro articolo dedicato.

Se hai bisogno di assistenza per il cambio fornitore, chiama gratuitamente

02 94 75 67 37

Info

 

Aggiornato su 14 Set, 2021

redaction La redazione di Prontobolletta
Redactor

Carolina D.

Redattrice

Commenti

3 Valutazioni bright star bright star bright star bright star bright star 5/5

Per saperne di più sulla nostra politica di controllo, trattamento e pubblicazione dei commenti leggi le nostre menzioni legali.
Costa Stefania
bright star bright star bright star bright star bright star 5/5

Bollette troppe care

Marco vladovich relja
bright star bright star bright star bright star bright star 5/5

E normale che il fornitore attuale ti faccia pagare anche le bollette insolute di altri gestori con cui si è morosi grazie per chi mi risponderà

Buongiorno Marco, no non dovrebbe essere normale, la consigliamo pertanto di mettersi in contatto ocn il suo fornitore in modo da ottenere un chiarimento.

Vincenzo
bright star bright star bright star bright star bright star 5/5

Buona sera siccome dopo un anno la mia compagnia mi a fatto questo cmor ma se io pago la bolletta di energia quella del mio fornitore e il cmor non lo pago che succede

Buongiorno Vincenzo, a seconda dal tempo trascorso l'indennizzo dovuto per il CMOR aumenta. Le consigliamo pertanto di rivolgersi all'assistenza del suo fornitore in modo da avere un chiarimento magggiore riguardo la sua specifica situazione.