La differenza fra consumi rilevati, stimati e fatturati

Servizio Gratuito: 4,8/5  su Trustpilot ⭐⭐⭐⭐⭐


Servizio Gratuito: 4,8/5  su Trustpilot ⭐⭐⭐⭐⭐


Sommario Conoscere la differenza tra consumi rilevati, stimati e fatturati è fondamentale per pagare la bolletta corretta, e non avere extra costi. È anche necessario effettuare in modo corretto l’autolettura e comunicarla al fornitore.

Differenza: consumi rivelati, stimati, fatturati

La differenza tra i consumi rilevati, stimati e fatturati è importante perché consente agli utenti di avere le idee decisamente più chiare per quanto riguarda l’autolettura dei consumi, così da poterla comunicare al proprio fornitore, ai contatti che sono presenti sulla bolletta del gas e della luce, nei tempi giusti.

Nella bolletta dell’energia elettrica e del gas, è presente uno spazio dedicato al riepilogo iniziale; in questo spazio, all’interno del prospetto relativo alle letture e ai consumi, è importante notare la distinzione tra quelli:

  • rilevati
  • stimati
  • fatturati
CONSUMI STIMATI CONSUMI RILEVATI CONSUMI FATTURATI
  • presunta stima dei consumi
  • si basano sui dati storici delle bollette
  • rischio: sovrastima o sottostima dei consumi
  • consumi relativi ad un preciso intervallo di tempo
  • intervallo: periodo tra 2 autoletture
  • è dunque fondamentale effettuare l’autolettura e comunicarla al fornitore
  • consumi effettivamente addebitati al cliente sulla bolletta
  • importanti per conguagli

Cosa sono i consumi rilevati?

CONSUMI RILEVATI

I consumi rilevati riguardano quell’insieme di kWh di energia elettrica o di Smc di gas, che sono stati consumati in uno specifico intervallo di tempo. In genere, questo intervallo di tempo corrisponde alla differenza tra due letture, una alla fine e l’altra all’inizio del periodo in questione.

I consumi rilevati sono quei dati che, di fatto, riguardano i veri e propri consumi del cliente, sulla base delle tre fasce orarie.

I consumi rilevati possono essere stabiliti con estrema precisione attraverso la lettura del contatore del gas e della luce, che deve essere svolta periodicamente da parte del distributore oppure del consumatore.

  • nel caso di contatori elettronici, la lettura può essere effettuata da remoto
  • per i contatori analogici è invece necessario che questa venga svolta da un operatore, che effettui personalmente la lettura

In seguito, la lettura del contatore deve essere comunicata al fornitore, che si impegna a fatturarla attraverso la bolletta. Scopri cosa cambia per la lettura del contatore con i nuovi contatori smart meter.

I consumi rilevati, come già accennato, sono i consumi effettivi ai quali, talvolta, può capitare che vengano aggiunti i valori dell’energia non fatturati nelle bollette precedenti. In questi casi, si può parlare di bolletta di conguaglio.

Che cos’è la bolletta di conguaglio?

Si tratta di una bolletta i cui dati vengono calcolati sulla base dei consumi effettivi, vale a dire sui consumi che vengono letti direttamente dal contatore, ai quali vengono aggiunti i valori dell’energia non fatturati nelle bollette precedenti.

La causa principale dei costi elevati nella bolletta di conguaglio riguarda soprattutto le offerte di luce e gas non adatte alle esigenze di consumo del cliente.

Secondo i calcoli dell’ARERA:

  • la componente energetica rappresenta il 33 % circa della spesa totale per l’energia elettrica del cliente
  • la materia energia rappresenta circa il 53 % della spesa totale del cliente stesso. Uno dei metodi più utili per risparmiare sulla bolletta è quello di considerare le offerte di luce e gas più vantaggiose sul mercato.

Un altro fattore che fa aumentare il valore della bolletta è la mancata autolettura del contatore da parte del consumatore. In questo caso, dal momento che l’autolettura è un procedimento facile e messo a disposizione dalle compagnie di fornitura, farla risulta particolarmente utile per non avere in bolletta i consumi stimati da parte del gestore, ma solo i consumi effettivi del cliente.

Se il valore della bolletta di conguaglio, recapitata al cliente, risulta troppo elevato, è possibile richieder la rateizzazione della stessa bolletta.

Un esperto può aiutarti nelle operazioni su luce e gas, la chiamata è gratuita! Già oltre 560 mila persone si sono affidate al nostro servizio!

02 94 75 67 37

Info

Cosa sono i consumi stimati?

CONSUMI RILEVATI

Se il cliente non ha a disposizione i dati dei consumi effettivi e il cliente non si occupa di effettuare l’autolettura del contatore, il fornitore deve necessariamente fare una presunta stima dei kWh di energia o degli Smc di gas consumati, che si basano sui dati storici delle bollette del cliente.

I consumi stimati vengono calcolati quando il fornitore effettua una stima degli stessi consumi, basandosi su quelli del cliente nei periodi precedenti.

Invece, nel caso di un nuovo contratto di fornitura e di un nuovo allaccio della luce o del gas, il calcolo dei consumi viene effettuato sulla base di quanto dichiarato dal cliente, a proposito di alcuni dati, come:

  • L’utilizzo dell’utenza
  • La quantità e la tipologia di apparecchiature usate
  • Il numero di componenti della famiglia

Non appena il fornitore calcola i consumi stimati, è possibile che:

  • Il consumo stimato risulti inferiore a quello rilevato. Questo caso si verifica nella maggior parte dei casi e il cliente deve pagare la differenza fatturata con una specifica bolletta di conguaglio
  • Il consumo stimato risulta superiore a quello rilevato. In questo caso, il cliente, che ha pagato una cifra maggiore rispetto a quanto doveva, è creditore di una somma che, in seguito, deve essere scalata dalla fattura

Cosa sono i consumi fatturati?

CONSUMI FATTURATI

I consumi fatturati riguardano l’insieme dei kWh di energia elettrica o di Smc di gas, che vengono effettivamente addebitati al cliente sulla bolletta della luce e sulla bolletta del gas per un determinato periodo.

consumi fatturatiLa conoscenza dei consumi fatturati è particolarmente utili quando la frequenza della fatturazione è o bimestrale o superiore e, quindi, quando il consumo fatturato è pari alla somma dei mesi di riferimento.

I consumi fatturati, nel caso siano presenti dei conguagli, riguardano la differenza tra i consumi precedenti calcolati e quelli che, invece, erano i consumi reali.

Operazioni sulle utenze luce e gas

Se desideri saperne di più in tema luce e gas visita i seguenti articoli dedicati all’argomento:

Affidati ai nostri esperti per scegliere i tuoi contratti luce e gas, la chiamata è gratuita!

02 94 75 67 37

Info

Aggiornato su 14 Set, 2021

redaction La redazione di Prontobolletta
Redactor

Giulia P.

Giornalista News

Commenti

bright star bright star bright star bright star grey star

Per saperne di più sulla nostra politica di controllo, trattamento e pubblicazione dei commenti leggi le nostre menzioni legali.