Misuratore consumo Elettrico: cos’è e come funziona

Servizio Gratuito: 4,8/5  su Trustpilot ⭐⭐⭐⭐⭐


Sommario Misuratore consumo elettrico: ecco tutte le informazioni su questi apparecchi semplici da utilizzare che permettono di eliminare gli sprechi in tempo reale.

Il misuratore consumo elettrico è uno strumento molto piccolo ma dalla grande utilità. Infatti questo apparecchio serve a misurare, con estrema precisione, il consumo di luce elettrica in tempo reale. Ben si intuiscono quindi le sue potenzialità. Ad esempio si pensi alla possibilità concessa all’utente di poter monitorare, in modo costante e preciso, i consumi di ogni singolo elettrodomestico presente nella propria casa. In questo modo si potrà anche pianificare il risparmio, in quanto, si sarà sempre consapevoli dell’energia che si sta consumando e, soprattutto, di come la si sta consumando.

Misuratore consumo elettrico:

Sia che si tratti del phon, sia che si tratti della lavatrice, con un misuratore consumo elettrico si potranno raccogliere i dati relativi al consumo energetico, così da essere sempre informati alla perfezione della situazione e non andare incontro a brutte sorprese in bolletta.

Esistono diversi modelli diversi di misuratori di corrente che possono essere collegati a una semplice presa, oppure, possono lavorare in modalità wireless. Non bisognerà essere dei tecnici per installare correttamente questi strumenti, ecco perché potrebbe essere davvero una buona idea procurarsene uno, così da monitorare i consumi in diversi momenti della giornata.

L’importanza del monitoraggio dei consumi

bollettaQuando arriva la bolletta a fine mese, l’importo da pagare al proprio fornitore tiene conto dell’effettivo consumo di energia elettrica, che è la somma anche dei consumi di elettrodomestici presenti all’interno della casa. Proprio per tenere sotto controllo la spesa, occorre poter monitorare l’uso che si fa dell’energia elettrica, così da mettere in pratica delle azioni e degli atteggiamenti consapevoli e conseguentemente abbattere la bolletta.

  • Quindi è davvero molto importante individuare eventuali sprechi energetici così da poterli correggere.
  • Eliminare gli sprechi non serve solo ad abbattere la spesa energetica, ma anche a diminuire in modo sostanziale l’impatto ambientale.
  • Altrettanto importante sarà anche controllare gli orari di maggior consumo, così da stipulare un contratto vantaggioso con il giusto fornitore luce.

Ma come funziona esattamente il misuratore di consumo elettrico?

Ecco come funziona il misuratore di corrente elettrica

In particolare per eseguire il calcolo consumo energia elettrica serve un apparecchio dedicato e negli ultimi anni è possibile acquistare dei misuratori di consumi elettrici davvero molto precisi e facili da utilizzare.

  • Oltre a monitorare in tempo reale i consumi, il misuratore corrente elettrica consente anche di memorizzare i dati rilevati, una opzione davvero interessante in quanto permette di facilitare l’archiviazione e l’analisi del proprio consumo energetico.
  • I misuratori wireless di corrente dispongono di due sensori, uno destinato al contatore vero e proprio e l’altro che può essere connesso a una sezione del quadro elettrico.
  • I misuratori di corrente wireless (senza fili) hanno dei display che rendono molto facile la consultazione dei dati e si possono collegare facilmente agli apparecchi da monitorare con una specie di pinza.

La pinza del misuratore rileva i dati dall’elettrodomestico e li trasmette sul display, rendendoli facilmente leggibili da parte del consumatore.

Buono a sapersi:

Molto interessante anche l’opzione dei misuratori di corrente di impostare una serie di avvisi che allertano sul superamento di una soglia prestabilita per i consumi giornalieri. Questi avvisi sono molto preziosi, in quanto, avvisano subito di eventuali sprechi, favorendo azioni virtuose volti a eliminarli o a ridurli in modo significativo.

Le funzionalità dei misuratori di corrente elettrica wireless

Mentre i misuratori più semplici in commercio permettono solo una visualizzazione in tempo reale del consumo complessivo di energia elettrica nella casa, i misuratori wireless offrono una serie di funzionalità aggiuntive davvero molto interessanti. Vediamole brevemente:

  • Visualizzazione dei dati sul display
  • Memorizzazione dei dati
  • Possibilità di collegamento con Pc o altri device
  • Visualizzazione dati tramite App via smartphone
  • Controllo prese a distanza mediante Wifi
  • Analisi e confronto consumi contatore via software

risparmioCome si può facilmente intuire, quindi, basterà una spesa modesta per l’acquisto di un misuratore da applicare in tutte le prese della casa, così da abbattere significativamente gli sprechi. Inoltre questi misuratori Wifi hanno un ingombro minimo e non daranno quindi alcun problema nella gestione degli spazi. Esistono anche altri dispositivi di misurazione corrente che si possono montare accanto al contatore elettronico e possono registrare i consumi totali per inviarli a un dispositivo mobile.

A questo punto resta da chiedersi: quanto costano i misuratori di corrente?

Se vuoi saperne di più su come risparmiare grazie alle nostre offerte esclusive, chiamaci gratuitamente!

02 94 75 67 37

Info

I costi del misuratore corrente elettrica

Insomma, un misuratore di corrente elettrica può davvero fare la differenza nell’ottica del risparmio. Si tratta di apparecchi il cui prezzo varia a seconda dei modelli, ma in tutti i casi non si tratta di una spesa eccessiva a fronte dei grandi vantaggi derivanti.

Facendo qualche esempio:

  • i misuratori meno complessi a presa, da collegare prima dell’apparecchio da misurare, costano tra i 10 e i 15 euro
  • i misuratori di corrente elettronici che consentono di scaricare i dati su Pc hanno un costo che si aggira intorno ai 50 euro
  • quelli direttamente collegabili a Pc e altri device possono arrivare anche a 100 euro
  • Infine i misuratori più sofisticati, che vengono venduti con tanto di software gestibile a distanza, possono arrivare anche a 300 o 400 euro.

I misuratori di corrente elettrica nel settore della domotica

domoticaMan a mano che la tecnologia avanza, anche i misuratori di corrente elettrica continuano a evolversi, a tutto vantaggio del consumatore. Il settore della domotica mette a disposizione, in questo senso, una vasta gamma di dispositivi che servono proprio al monitoraggio dei consumi.

  • In questo caso si tratta di apparecchiature installabili solamente da personale tecnico specializzato e non ci si potrà quindi improvvisare cercando di installarli con il fai da te.
  • Infatti sono dotati di interfacce e misuratori collegati a un display touchscreen, che permette di visualizzare i dati dei consumi istantanei o su base oraria, giornaliera e mensile, mettendo anche a disposizione una serie di utili tabelle.
  • Non solo, questi misuratori della domotica potranno essere utilizzati con una app da smartphone così da visualizzare e regolare ogni aspetto in qualsiasi momento.

Come misurare la potenza massima

misurare potenzaUna delle caratteristiche più importanti di alcuni modelli di misuratori di corrente elettrica è quella di registrare il prelievo della potenza istantanea. Quando si parla di potenza istantanea bisogna sapere che viene misurata in kW e si calcola sommando le potenze degli apparecchi in un preciso momento. Di solito la potenza del contatore luce per le utenze domestiche è pari a 3kW e incide sul costo in bolletta della quota potenza.

In alcuni casi abbassare il valore della potenza potrebbe essere utile per diminuire la bolletta, ad esempio quando la potenza massima utilizzata risulti inferiore al limite imposto. Se invece il contatore scatta con una certa frequenza, questo significa che il limite viene raggiunto spesso e il salvavita interviene facendo scattare il salvavita. In questo caso basterà contattare il proprio fornitore per richiedere un aumento della potenza, una operazione facilmente gestibile da remoto con i nuovi contatori luce elettronici.

In breve:

Se l’obiettivo è quello di abbattere gli sprechi, e di conseguenza i costi energetici in bolletta, allora acquistare un misuratore di corrente potrebbe essere davvero una buona idea. Per massimizzare il risparmio comunque è anche consigliabile sottoscrivere un contratto di energia elettrica adeguato alle proprie esigenze di consumo.

Attualmente ci sono moltissimi fornitori del mercato libero con tariffe interessanti e fino al 2022 si potrà anche sottoscrivere un contratto con il mercato tutelato le cui tariffe sono decise ogni tre mesi dall’Arera. Esistono in commercio anche dei contascatti elettrici per gas che consentono di monitorare il consumo del gas con degli avvisi sul superamento soglia che funzionano in modo analogo a quelli per la luce.

Se vuoi risparmiare sulle bollette luce e gas, chiamaci gratuitamente.

02 94 75 67 37

Info

Aggiornato su 29 Lug, 2021

redaction La redazione di Prontobolletta
Redactor

Carolina D.

Redattrice

Commenti

bright star bright star bright star bright star grey star

Per saperne di più sulla nostra politica di controllo, trattamento e pubblicazione dei commenti leggi le nostre menzioni legali.