Contatore gas: i nuovi contatori a sensori

Servizio Gratuito: 4,8/5  su Trustpilot ⭐⭐⭐⭐⭐


Sommario In parallelo con la sostituzione dei contatori per l’energia elettrica, anche quelli del gas stanno subendo lo stesso processo di sostituzione in ottica smart (contatore gas sensori).

Contatore gas a sensori: la sostituzione graduale

Cosa sono i nuovi contatori gas che sono più moderni e sfruttano nuove tecnologie per offrire un miglior servizio agli utenti. Ma come funzionano e come si leggono i dati dai contatori smart?

NUOVI CONTATORI GAS
Come avviene la sostituzione L’autorità ha imposto questo cambio per agevolare e migliorare il servizio
Il costo il passaggio è obbligatorio e gratuito
Vantaggi
  • telecontrollo da remoto
  • telelettura a distanza
  • misurazione precisa
La lettura dei dati
  • PDR
  • numero di matricola
  • storico dei consumi
  • autolettura dei consumi
  • controllo della valvola

Come funziona la sostituzione dei contatori del gas?

La sostituzione dei contatori del gas con i nuovi modelli smart è iniziata nel 2013, ma il processo è oggi nel pieno dell’attività. Molti utenti si sono già visti recapitare una lettera di avviso circa la sostituzione del vecchio contatore da parte del distributore di competenza della zona, proprietario e gestore dei contatori del gas.

L’obiettivo dell’introduzione dei contatori smart del gas è quello di promuovere una maggiore consapevolezza sui consumi da parte degli utenti. Vediamo come avviene la sostituzione nel concreto.

Contatore gas a sensori: come avviene la sostituzione?

Questa sostituzione è stata decisa dall’Autorità (qui il sito ufficiale) e imposta alle società di distribuzione locali che gestiscono l’ultimo tratto della rete e gli apparecchi ad essa collegati. La Delibera è la 631/2013/R/gas e successive modificazioni, che obbliga alla messa in servizio dei cosiddetti smart meter gas, i contatori intelligenti.

L’operazione del cambio è obbligatoria e gratuita per il cliente finale, che non può rifiutare la sostituzione del contatore del gas con il nuovo modello elettronico. Il contatore del gas viene sostituito dalla società di distribuzione, a prescindere dal fornitore (Enel, Eni, A2A o altri…).

Il lavoro viene eseguito con una durata massima di due ore (l’appuntamento deve essere comunicato con almeno 10 giorni in anticipo), in cui la fornitura viene sospesa. In occasione del cambio contatore vengono rilasciate al cliente le istruzioni del nuovo apparecchio. La presenza del cliente è preferibile e risulta necessaria se il contatore non è accessibile.

Come funziona il nuovo contatore?

Contatore gas a sensori: come funziona?

nuovi contatori gas a sensoriIl contatore elettronico ha un funzionamento analogo a quello tradizionale, con la differenza che l’utente può leggere i propri consumi direttamente sul display digitale.

All’interno del contatore ci sono due camere che – con il passaggio del gas – si riempiono e si svuotano. Questo movimento è collegato ad un manovellismo che nel vecchio contatore aziona il totalizzatore con i numeri, mentre nel nuovo registra i consumi attraverso dei sensori.

I vantaggi del contatore smart sono diversi: li schematizziamo qui di seguito per comodità.

Vuoi una nuova tariffa gas vantaggiosa? Già 560.000 persone si affidano a noi per risparmiare

02 94 75 67 37

Info

Contatore gas a sensori: tutti i vantaggi

I vantaggi del contatore elettronico del gas metano sono:

  • il telecontrollo da remoto per l’attivazione, la disattivazione e la diagnostica
  • la telelettura a distanza
  • una misurazione più precisa e affidabile
  • il display elettronico con molte informazioni a disposizione del cliente

Senza dubbio il principale beneficio per i clienti è la lettura dei consumi rilevati (da remoto) che rende superfluo il passaggio del tecnico letturista a casa. Per l’appunto, vediamo adesso come si leggono i dati dai nuovi contatori gas.

Contatore gas a sensori: come si leggono i dati?

La lettura dei dati con il contatore elettronico gas è davvero facile.

Grazie al display digitale potrete:

  1. monitorare lo stato della valvola che intercetta il gas: aperta o chiusa.
  2. trovare il codice PDR che di solito non è indicato sul contatore del gas meccanico, ma solo sulla bolletta del gas. Alcuni dei nuovi contatori hanno un’etichetta con indicato il PDR, mentre altri ancora vi permettono di visualizzarlo sul display.
  3. trovare il numero di matricola del contatore: a seconda dei modelli, la matricola è un numero, a volte preceduto da alcune lettere. In molti casi la matricola dell’apparecchio si trova vicino ad un codice a barre.
  4. uno storico del consumo del gas degli ultimi mesi
  5. procedere con l’autolettura dei consumi. Vi spieghiamo come nel dettaglio.

Contatore gas a sensori: come fare l’autolettura dei consumi

Per procedere con l’autolettura basterà attivare il display dei nuovi contatori gas smart a sensori, premendo il pulsante di accensione. A seconda dei modelli dovrete premere più volte il pulsante fino a che non visualizzerete il consumo di gas espresso sempre in metri cubi (m3).

Sottolineiamo che dovrete leggere e indicare sempre e solo le cifre prima della virgola, senza i decimali.

Dopo qualche minuto il display si spegne automaticamente e per riaccenderlo basterà premere nuovamente il pulsante. Vi ricordiamo che potete farlo in una precisa finestra temporale indicata sulla bolletta, in genere nei dieci giorni precedenti la sua emissione.

Attiva ora la tua nuova tariffa gas!

02 94 75 67 37

Info

Redactor

Scritto da gaiav

Aggiornato su 11 Giu, 2021

Commenti

bright star bright star bright star bright star grey star

Per saperne di più sul nostro processo di controllo e pubblicazione delle valutazioni