Risparmiare in bolletta: termosifoni elettrici o in ghisa?

Servizio Gratuito: 4,8/5  su Trustpilot ⭐⭐⭐⭐⭐


Sommario I termosifoni elettrici presentano alcuni vantaggi, come i costi di installazione e manutenzione ridotti rispetto a quelli in ghisa, consentendo, a volte, di risparmiare in bolletta. Nonostante ciò, al fine di scegliere il miglior impianto è necessario prendere in considerazione diversi aspetti.

Risparmi di più con i tradizionali termosifoni in ghisa o con quelli elettrici?

In Italia, nella maggior parte degli edifici il riscaldamento è legato al gas naturale o gpl, ma sempre di più sta prendendo piede anche il riscaldamento elettrico.

E’ sempre bene conoscere le proprietà e le caratteristiche di questi due tipi di impianti di riscaldamento, i loro vantaggi e svantaggi per valutare quale sia la soluzione migliore e ottenere un risparmio in bolletta.

Termosifoni elettrici o in ghisa: tutte le caratteristiche

La prima importante differenza dei termosifoni elettrici rispetto a quelli in ghisa è che, i primi come dice la parola funzionano attraverso l’energia elettrica, i secondi attraverso il gas naturale.

Termosifoni Elettrici Non è necessario installare la caldaia o la tubazione
Costi installazione ridotti
Costi manutenzione bassi
Termosifoni in Ghisa Necessario installare una caldaia
Necessario installare un sistema di distribuzione
Costo iniziale elevato

Vediamo nel dettaglio le principali caratteristiche:

  • Termosifoni elettrici: possono essere davvero pratici rispetto al riscaldamento a gas. Infatti, con questa tipologia di caloriferi non è necessaria l’installazione della caldaia e della tubazione che porta l’acqua verso i termosifoni e di conseguenza anche i costi sono piuttosto contenuti. Sempre per la stessa ragione, anche la manutenzione di questa tipologia di impianto necessiterà di costi ridotti. Si eviteranno le periodiche analisi della caldaia e la pulizia interna ed esterna dei termosifoni in ghisa. E’ necessario collegare il dispositivo a una presa elettrica.
  • Termosifoni in ghisa: per l’impianto è necessaria una caldaia a gas, un sistema di distribuzione con tubi che collegano i caloriferi alla caldaia, e infine i terminali ossia i termosifoni veri e propri. Gli elementi da installare sono superiori rispetto all’impianto di riscaldamento elettrico, perciò anche i costi iniziali saranno considerevoli.

Vantaggi e svantaggi dei termosifoni elettrici e in ghisa

Abbiamo parlato delle caratteristiche principali di questi 2 tipi di termosifoni, dei costi iniziali e di manutenzione. Ora proviamo a concentrarci sugli aspetti positivi e negativi dell’impianto di riscaldamento tradizionale in ghisa e di quello elettrico.

Il riscaldamento elettrico presenta i seguenti vantaggi: 

  • costi minimi di manutenzione ordinaria e straordinaria
  • minor numero di guasti perché non vi sono accessori in movimento
  • è ideale associarlo a un impianto fotovoltaico

Lo svantaggio che possiamo riscontrare è l’elevato costo dell’energia elettrica, ma optando per impianti ad alta efficienza energetica sarà possibile ottenere un risparmio energetico e una riduzione del costo della bolletta.

Per quanto riguarda il riscaldamento in ghisa gli elementi a favore sono: 

  • vastità di tipologie di impianti
  • costo ridotto delle gas metano

Invece, un aspetto negativo di questo tipo di impianti è sicuramente l’obbligatorietà della manutenzione periodica della caldaia e la più elevata possibilità di guasti, proprio perché l’impianto è costituito da più elementi. Leggi questo articolo sulla manutenzione dei condizionatori.

A primo impatto, sembrerebbero essere più convenienti i termosifoni elettrici, dobbiamo però fare una precisazione: ogni famiglia ha le sue esigenze specifiche, perciò non in tutti i casi saranno più vantaggiosi quelli elettrici rispetto a quelli in ghisa.

Risparmiare in bolletta: termosifoni elettrici o in ghisa?

Quindi conviene avere i termosifoni elettrici o ghisa?

Sembra difficile scegliere quale delle due opzioni (termosifoni elettrici o ghisa) convenga di più.

Gli uni hanno costi iniziali e di manutenzione molto bassi, ma funzionano a corrente elettrica dal prezzo elevato, gli altri hanno alti costi di manutenzione ma un minor costo per i consumi usufruendo del gas.

Quale scegliere quindi?

Per ottenere la risposta a questa domanda, il consiglio che possiamo darti è quello di considerare tutti gli aspetti dei vari impianti e fare dei paragoni. Per esempio, analizziamo nello specifico l’impianto elettrico, poi ci occuperemo di quello a gas.

Riscaldamento elettrico conviene?

Questo tipo di riscaldamento, oltre alle caratteristiche sopra descritte, presenta anche altri aspetti positivi che è bene sapere:

  1. E’ silenzioso, i termosifoni in alluminio per esempio quando riscaldano l’acqua possono generare dei rumori, mentre quelli elettrici eliminano questo problema.
  2. E’ molto sicuro, perché non utilizza il gas e perché lavora a basse temperature.
  3. I termosifoni possono diventare un piacevole elemento di design, in quanto gli impianti più moderni vengono realizzati tenendo conto anche dell’estetica..

Se questi sono dei grandi ‘pro’, teniamo a ribadire che il grande ‘contro’ è l’elevato costo dell’energia elettrica.

Ma a questo c’è una soluzione. Infatti, prima abbiamo detto che i termosifoni elettrici si abbinano molto bene agli impianti fotovoltaici.

Questi ultimi per essere installati necessitano di una somma di denaro non indifferente, ma poi per produrre energia utilizzeranno la luce solare che è gratis, perciò con gli anni il risparmio sarà visibile.

Ma non è tutto, esistono tante altre possibilità per l’impianto di riscaldamento elettrico dalle soluzioni molto convenienti, come la caldaia elettrica sempre a 0 emissioni e molto pratica, le stufe elettriche economiche e facili da spostare e pannelli radianti da installare sulla parete o sul soffitto. Inoltre sono possibili anche i boiler.

Scopri come ottenere un risparmio in bolletta! Già 560.000 clienti soddisfatti

02 94 75 67 37

Info

L’impianto a gas conviene?

L’impianto di riscaldamento a gas con i termosifoni in ghisa, è molto affidabile e la sua specificità è proprio la resistenza.

Optando per questo tipo di impianto puoi essere sicuro che durerà molto tempo.

Un’altra considerazione da fare è che, a parità di utilizzo, l’abitazione riscaldata con gas metano, sarà sempre più calda di una scaldata con corrente elettrica.

Possiamo per questo motivo affermare che i termosifoni in ghisa sono sicuramente più adatti per scaldare luoghi più ampi, mentre quelli elettrici raggiungono buoni risultati in piccole abitazioni.

Inoltre, il termosifone in ghisa è dotato di un’elevata inerzia termica, ossia una volta riscaldatosi mantiene molto a lungo il calore anche da spento, contribuendo a riscaldare ancora la casa. Un vantaggio da non sottovalutare se si tiene conto del risparmio in bolletta.

Anche il design di questi termosifoni si è aggiornato, diventando sicuramente più gradevole rispetto al passato. Oltre ad adeguarsi ad ogni abitazione e arredamento, ne esistono in commercio dei tipi che presentano delle decorazioni molto raffinate.

L’aspetto più antipatico che possiamo riscontrare con questi caloriferi è sicuramente il lungo tempo per riscaldarsi. Inoltre, non dimentichiamoci che per funzionare sfrutteranno anche grandi quantità di acqua.

Se per la tua casa hai scelto i termosifoni in ghisa, dovrai essere allacciato alla rete di distribuzione del gas.

L’abitazione non è ancora allacciata? Non ti preoccupare, richiedere questa operazione è molto semplice, basterà contattare un fornitore a tua scelta, come Sorgenia, Iren, Optima o Enel Energia. L’operatore che avrai scelto si occuperà di gestire al meglio il tuo allaccio gas.

Conclusioni

Il gas è una fonte energetica a basse emissioni, ma esistono soluzioni molto “”green”” anche avendo l’impianto elettrico. Perciò la scelta va fatta considerando il budget a propria disposizione, le proprie esigenze e le caratteristiche dell’ambiente da riscaldare.

In generale possiamo dire che, se la tua casa è piuttosto piccola sarà più funzionale un impianto elettrico, vista la velocità di riscaldamento. Se, invece, la tua abitazione è molto grande sarà utile e più conveniente riscaldarsi con un impianto a gas. Inoltre leggi questo articolo sulle cucine a induzione e sulla termoventilazione.

Chiamaci gratuitamente per svolgere allaccio, subentro o voltura del contatore nella tua nuova casa

02 94 75 67 37

Info

Redactor

Scritto da francescos

Aggiornato su 11 Giu, 2021

Commenti

bright star bright star bright star bright star grey star

Per saperne di più sul nostro processo di controllo e pubblicazione delle valutazioni