Tutto quello che devi sapere sulla caldaia a condensazione

Servizio Gratuito: 4,8/5  su Trustpilot ⭐⭐⭐⭐⭐


Sommario Caldaia a condensazione: tutte le informazioni su cos’è e come funziona la caldaia a condensazione, una tipologia di caldaia che permette di risparmiare.

La caldaia a condensazione è una particolare tipologia di caldaia a gas che si differenzia da quelle tradizionali per diverse peculiarità. Chiaramente le caldaie a condensazione costano decisamente di più di quelle a gas normali, ad esempio perché dispongono della condensazione del vapore acqueo dei fumi di scarico. In poche parole questo significa che il calore di condensazione viene recuperato, garantendo così una maggiore efficienza energetica rispetto alle caldaie di tipo tradizionale. E una maggiore efficienza energetica si traduce inevitabilmente anche in una bolletta più leggera.

Quindi la caldaia a condensazione utilizza tutti i fumi di combustione, a differenza di quelle tradizionali che disperdono il vapore acqueo della combustione nell’atmosfera. Questa particolare tipologia di caldaie riesce a recuperare il calore dei fumi prima che vengano espulsi e a utilizzarlo per preriscaldare l’acqua che torna dai radiatori, garantendo così il massimo del risparmio.

Il funzionamento delle caldaie a condensazione

Le caldaie gas a condensazione sono state ideate con l’intento di garantire il massimo del risparmio, riducendo i consumi e sfruttando tutti i fumi della combustione. Nella caldaia a condensazione :

  • l’acqua viene scaldata mediante la combustione, proprio come avviene nelle caldaie a gas di tipo tradizionale.
  • La caldaia gas a condensazione utilizza una tecnologia che riduce a zero la dispersione di calore e convoglia i gas combusti nello scambiatore primario.
  • Da qui i gas si trasformano in condensa e vengono evacuati dopo essersi raffreddati.
  • Il calore recuperato opera all’interno dello scambiatore primario riuscendo a scaldare prima l’acqua.

I vantaggi della caldaia a condensazione

Parlando dei vantaggi, oltre al già citato risparmio, che può arrivare a far spendere il 35% in meno in bolletta, le caldaie a condensazione garantiscono anche alte prestazioni, essendo prodotti di nuova generazione. Bisognerà comunque non trascurare mai la corretta manutenzione dell’impianto, esattamente come accade anche per quanto riguarda le caldaie elettriche. Inoltre le caldaie a condensazione dispongono anche di un ventilatore controllato elettronicamente, che soffia sul bruciatore garantendo un rendimento continuo.

Riassumendo, quindi, installando una caldaia a condensazione si potrà godere di alcuni significativi vantaggi:

  • Risparmio fino al 35% rispetto alle caldaie tradizionali
  • Abbassamento delle emissioni nocive fino al 75%
  • Possibilità di usare le caldaie a condensazione in combinazione con impianto solare termico per produrre solo acqua calda sanitaria e ridurre il fabbisogno fino al 50%.

Le tipologie di caldaie a condensazione

Esistono diverse tipologie di caldaie di condensazione, ad esempio ci sono modelli murali e basamento con potenza variabile che sono perfetti per il riscaldamento o anche solo per la produzione di acqua calda sanitaria. La scelta della giusta tipologia di caldaia a condensazione dipenderà anche e, soprattutto, dalle caratteristiche della casa.

  • Le caldaie murali a condensazione garantiscono alte prestazioni e sono disponibili con un design che garantisce un perfetto inserimento negli spazi abitativi anche dal punto di vista estetico.
  • Le caldaie a condensazione a basamento, invece, sono perfette per soddisfare elevate richieste di acqua sanitaria e a riscaldare abitazioni che arrivano fino a 500 mq.

Per ricevere assistenza nell’attivazione delle offerte luce e gas chiama gratis il seguente numero

02 94 75 67 37

Info

La classe energetica delle caldaie a condensazione

Direttiva Erp

Secondo una direttiva Erp (Energy related product), una normativa corrispondente ad alcune regole imposte dall’Ue per ridurre le emissioni nocive, l’etichettatura dei prodotti per il riscaldamento e la produzione di acqua calda sanitaria è obbligatoria per legge.

Per quanto riguarda le caldaie a condensazione, solamente le caldaie di classe energetica A potranno beneficiare di determinate detrazioni fiscali. Ma oltre alla classe energetica sarà altrettanto importante scegliere anche la potenza della caldaia

La potenza della caldaia a condensazione

Se si parla di caldaie in generale, e anche di caldaie a condensazione, bisognerà anche saper scegliere la potenza. La potenza è un dato che andrà analizzato in base alla superficie degli ambienti che si intendono scaldare. Di solito le caldaie a condensazione disponibili hanno una potenza compresa tra 1,8 e 35 kW e bisognerà scegliere considerando una vasta gamma di fattori:

  • Volume ambienti da riscaldare
  • Abitudini di utilizzo dei sanitari
  • Caratteristiche di isolamento termico dell’abitazione.

Per un appartamento di dimensioni medie la potenza richiesta è di 7-12 kW per il riscaldamento e di 20-35 kW per l’acqua calda.

I costi della caldaia a condensazione

Se la caldaia a condensazione rappresenta, di sicuro, la scelta ideale in termini di risparmio energetico, bisogna comunque sottolineare come costi di più rispetto alle caldaie tradizionali.

I prezzi sono variabili, si va dai modelli base che costano tra i 1000 e i 1200 euro fino ai modelli più tecnologicamente evoluti che possono arrivare anche a 2500-3000 euro. Ovviamente quanto più alta sarà la potenza richiesta tanto più alto sarà il costo.

L’importanza dell’isolamento termico

Installare una caldaia a condensazione è sempre la scelta giusta, tranne che in una singola situazione: quando si ha uno scarso isolamento termico. Proprio così, la caldaia a condensazione sfrutta il calore del vapore e per farlo deve funzionare a una temperatura più bassa di quella di condensazione del vapore (55 gradi). Ecco quindi che è importante avere un ambiente che non faccia disperdere rapidamente il calore prodotto all’esterno.

Un ambiente con isolamento termico scadente fa sì che il calore generato venga disperso rapidamente, impedendo così l’accumulo del calore. La prima cosa da fare quando si vive in una abitazione con scarso isolamento, se si vuole aumentare la sua efficienza energetica, sarà quindi eseguire degli interventi di riqualificazione energetica, che serviranno a migliorare l’isolamento. Solo dopo si potrà installare una caldaia a condensazione.

Per massimizzare il risparmio comunque si dovrà anche scegliere la giusta offerta gas con un fornitore del libero mercato o della maggior tutela (tariffe decise dall’Arera). La maggior tutela comunque esisterà solo fino al 2022 e poi non esisterà più non lasciando altra scelta al cliente di sottoscrivere un contratto con il libero mercato. La caldaia a condensazione rappresenta comunque una alternativa più che valida tanto alle caldaie tradizionali, quanto alla caldaia elettrica.

Di seguito ti indichiamo tutti gli articoli guardanti la caldaia elettrica:

Per assistenza nella scelta delle tariffe più convenienti per te chiama gratis al seguente numero

02 94 75 67 37

Info

Redactor

Scritto da CarolinaD

Aggiornato su 11 Giu, 2021

Commenti

bright star bright star bright star bright star grey star

Per saperne di più sul nostro processo di controllo e pubblicazione delle valutazioni