Voltura acqua: come richiederla? Tutte le info

Sommario La voltura dell’acqua è un procedimento molto importante per quanto riguarda la stipulazione di un contratto per la fornitura dell’acqua all’interno di un appartamento. Serve a cambiare intestatario del contratto senza interruzione della fornitura.

Le informazioni essenziali 

La voltura di acqua e luce può essere effettuata solo quando il nuovo inquilino ha a disposizione tutte le informazioni relative alle condizioni del contratto siglato dall’utente precedente.

Per effettuare la voltura dell’acqua, i documenti necessari sono i seguenti:

  • Una copia del documento di identità del nuovo inquilino e codice fiscale 
  • La lettura del contatore
  • La dichiarazione di estraneità al debito dell’inquilino precedente
  • Un documento che legittimi a richiedere la voltura, come ad esempio il contratto di acquisto della casa

Quanto costa la voltura dell'acqua?

  • VOLTURA CON ACCOLLO: gratuita
  • VOLTURA SENZA ACCOLLO:  costo fisso pari a 27,03 euro, costi di gestione delle pratiche tra i 20 e i 60 euro + eventuale cauzione

Cos’è e come effettuare la voltura dell’acqua

Quando si parla di fornitura di acqua, ma anche di luce e di gas, succede spesso di confondere i termini voltura e subentro.

La differenza tra i due riguarda, per l’appunto, il contratto di fornitura dell’acqua, della luce e del gas:

  • il subentro consiste nel riattivare la fornitura ( come anche gas o luce) attraverso un nuovo contratto, nel momento in cui cessa quello precedente,
  • la voltura in un condominio deve essere eseguita nel caso in cui il contratto di fornitura e il contatore siano attivi e sia necessario cambiare solamente il suo intestatario.

Chi ha intenzione di cambiare l’intestatario del punto di fornitura deve:

  1. contattare la società che si occupa della fornitura
  2. la società si impegna a valutare e a decidere con estrema attenzione se mantenere del tutto inalterate le condizioni commerciali ed economiche, proprie del contratto precedente, oppure se porne altre completamente nuove.

La voltura dell’acqua, della luce e del gas ha una caratteristica particolarmente importante, che la distingue da tutti gli altri procedimenti di fornitura: con la voltura, la fornitura non viene interrotta e la compagnia continua a erogare il servizio senza dover cessare un contratto prima di stilarne uno nuovo.

Come funziona la fornitura dell’acqua?

Prima di effettuare il procedimento di voltura dell’acqua, è necessario sapere con cosa si ha a che fare.

Tutte le abitazioni sono collegate a una rete idrica che fornisce l’acqua sufficiente per tutte le esigenze domestiche e per tutti gli inquilini dell’immobile.

La bolletta dell’acqua prevede il pagamento dei servizi idrici, che riguardano:

  • L’erogazione di acqua potabile, che viene distribuita verso tutti rubinetti della casa;
  • Il servizio di scarico dell’acqua sporca, attraverso le fognature;
  • Il servizio di depurazione dell’acqua.

A differenza di quello che accade nel caso della fornitura di luce e di gas, per quanto riguarda la fornitura idrica esiste un’eccezione: alcune volte, è possibile che questa dipenda dal Comune, che ha un unico gestore d’acqua e al quale, in questi casi, è necessario inoltrare direttamente la richiesta per effettuare il cambio di intestazione del contratto di fornitura.

Dal momento che la voltura è un procedimento che viene effettuato su un contratto di fornitura già attivo, i tempi necessari possono essere piuttosto brevi e variano, naturalmente, sulla base della compagnia con cui si stipula il contratto.

Voltura con accollo e voltura senza accollo: cosa cambia?

Esistono due tipologie di voltura acqua, luce e gas: la voltura con accollo e la voltura senza accollo.

Voltura con accollo

Nel caso di voltura con accollo, il nuovo inquilino dell’appartamento:

  • mantiene lo stesso fornitore dell’inquilino precedente
  • firma un contratto che presenta le stesse identiche condizioni economiche e commerciali.
  • In questo caso, il nuovo intestatario del contratto deve pagare anche le spese arretrati di quello precedente.
  • La voltura con accollo è gratuita e richiede tempi relativamente brevi

Una volta aver inviato tutta la documentazione necessaria, infatti, il cambio di intestatario è attivo dopo solo una settimana.

Questa tipologia di voltura può essere effettuata:

  • in caso di decesso dell’intestatario precedente
  • in caso di di separazione o divorzio, i quali prevedono l’assegnazione del contratto di luce e gas al proprietario della casa.

.

Voltura senza accollo

voltura accolloNel secondo caso, quello di voltura senza accollo, è possibile richiedere un cambio di intestatario della bolletta e un cambio di contratto, il quale, quindi, prevede nuove condizioni economiche. In questa maniera, il nuovo inquilino non è tenuto a farsi carico dei debiti del precedente. La voltura senza accollo, a differenza di quella con accollo, non è gratuita e prevede una serie di costi precisi.

I tempi della voltura senza accollo sono più lunghi: si verifica, all’incirca, entro un mese dopo aver inviato la richiesta al fornitore.

I costi della voltura dell’acqua

Per la voltura dell’acqua, il costo è caratterizzato da:

  • l pagamento di 23 euro, stabiliti dall’ARERA (Autorità di Regolazione per Energia, Reti e Ambiente),
  • una cifra fissa pari a 25,81 euro di spese amministrative
  • 16 euro per una imposta di bollo.

costo volturaNel caso del pagamento una tantum di 23 euro, stabilito dall’ARERA, si parla della normativa imposta dal Mercato Tutelato. Nell’ambito del Mercato Libero, invece, al posto della cifra di 23 euro è necessario pagare una quota che viene imposta direttamente dall’azienda fornitrice, le cui indicazioni vengono inserite all’interno del contratto.

Naturalmente, è fondamentale che il firmatario del contratto venga informato per tempo di eventuali costi applicati in caso di voltura: costi che, generalmente, possono variare dai 20 agli 80 euro. Leggi anche questo articolo per conoscere a chi spetta la voltura delle utenze.

Cosa fare nel caso di ritardi e morosità?

Può capitare, a volte, che la voltura dell’acqua non venga effettuata da un inquilino, che in questo modo ha la possibilità di vivere all’interno di un appartamento in affitto senza che gli venga intestata la bolletta dell’acqua, della luce o del gas.

Scopri cosa fare in caso di ritardi nell’attivazione dell’utenza gas e ritardo dell’utenza luce.

In questo modo, l’inquilino in questione non risulta, agli occhi della compagnia fornitrice, il responsabile della morosità e delle bollette non pagate. A questo punto, il proprietario dell’immobile può procedere indicando sul contratto che l’inquilino deve effettuare la voltura delle utenze, in modo da poter eventualmente accusare l’inquilino di inadempienza ai termini contrattuali o per chiedere il rimborso della tariffa non pagata.

Inoltre, nel caso di voltura dell’acqua, se l’inquilino non la effettua allora il contratto rimane al proprietario, il quale può decidere in ogni momento di bloccare l’erogazione dell’acqua all’interno dell’appartamento.

Scopri il costo dell’energia elettrica.

Per richiedere la voltura del contatore (ma solo luce e gas)

02 94 75 67 37

Info

Aggiornato su 14 Set, 2021

redaction La redazione di Prontobolletta
Redactor

Carolina D.

Redattrice

Commenti

bright star bright star bright star bright star grey star

Per saperne di più sulla nostra politica di controllo, trattamento e pubblicazione dei commenti leggi le nostre menzioni legali.