Quando avviene il distacco luce senza preavviso

Servizio Gratuito: 4,8/5  su Trustpilot ⭐⭐⭐⭐⭐


Sommario Il distacco della luce può avvenire in caso di morosita o per manutenzione. In caso di manutenzione il fornitore deve dare un preavviso al consumatore. Inoltre sono previsti indennizzi in alcuni casi. Continua a leggere per saperne di più.

In cosa consiste l'indennizzo?

L’ Autorità ha stabilito un rimborso automatico a favore del clienti, pari a 20,00 euro per i seguenti casi:

  • mancato invio della comunicazione di messa in mora;
  • l’utenza è stata staccata prima del termine ultimo di pagamento riportato nella raccomandata emessa dal fornitore;
  • non rispetto della scadenza massima di 10 giorni tra la data di emissione della comunicazione e la data di invio.

Scopri come fare per contestare una bolletta con degli errori.

Sospensione per morosità: i tre casi

Per tutelare ulteriormente il consumatore, l’Autorità ha stabilito che il servizio di energia elettrica può essere sospeso per morosità solo nei 3 casi seguenti:

  1. dopo aver informato il cliente della sua costituzione in mora
  2. se il debito da saldare è superiore all’importo del deposito cauzionale versato dal cliente al momento della stipulazione del contratto
  3. se non si è verificato un malfunzionamento del contatore

Distacco per manutenzione: preavviso previsto

L’Autorità, anche in questo caso stabilisce che i distributori hanno il dovere di dare preavviso al cliente:

  • minimo 24 ore prima per gli interventi conseguenti a guasti o emergenze;
  • almeno 3 giorni prima in tutti gli altri casi.

Il tuo fornitore improvvisamente ti ha staccato la luce? Non hai ricevuto alcun preavviso? Forse non lo sai, ma in alcuni casi hai diritto a un risarcimento se non sei stato avvisato prima.

In questo articolo vediamo insieme cosa succede con un distacco luce senza preavviso.

Distacco della luce senza preavviso: in quali casi capita?

Fino a qualche anno fa un consumatore di luce e gas moroso poteva vedersi staccata la propria fornitura senza il ben che minimo preavviso. Il fornitore non era tenuto a giustificare la chiusura del contatore, era sufficiente il fatto che il cliente non avesse pagato una bolletta.

Normativa Arera

Dal 2013 l’Arera (Autorità per l’Energia Elettrica, il Gas e il Sistema Idrico) ha inserito una normativa a tutela dei consumatori di luce e gas, proteggendoli dalla chiusura delle utenze senza preavviso. In poche parole, sia i fornitori che i distributori per sospendere la fornitura di luce e gas devono seguire un iter specifico, che prevede l’obbligo di avvisare il proprio cliente del distaccamento luce e/o gas.

Secondo la normativa, qualora un cliente non paghi una o più bollette, il fornitore ha diritto a bloccare il suo contatore e quindi a interrompere il servizio elettrico o di gas previo avviso al cliente.

Inoltre, l’Autorità ha definito dei tempi precisi per effettuare la sospensione del servizio elettrico.

Più precisamente il fornitore deve:

  1. inviare un sollecito di pagamento per informare il cliente dell’importo che deve ancora saldare
  2. se il cliente non estingue il debito, inviare una comunicazione di messa in mora, in cui notifica al cliente la data ultima per pagare la bolletta e la data in cui avverrà il distacco della sua fornitura nel caso continuasse a non pagare

Nonostante la delibera dell’Autorità, può capitare che l’interruzione della fornitura della luce avvenga senza preavviso quando:

  • Il fornitore non ha inviato alcuna comunicazione al cliente;
  • La lettera che contiene la comunicazione scritta per qualche ragione non arriva a destinazione.

Quindi cosa succede in questi casi? Il cliente può ottenere un risarcimento.

Leggi nel dettaglio, anche i casi in cui può avvenire il distacco gas senza preavviso.

Quando il cliente riceve un indennizzo per distacco luce senza preavviso?

  • Se ti è stata staccata la luce o il gas senza preavviso e la responsabilità è del venditore hai diritto a un risarcimento. La responsabilità è del venditore quando non invia la raccomandata di sollecito al suo cliente.
    Infatti, nelle condizioni generali di ogni contratto di fornitura viene specificato che se la società di vendita non invia nessuna comunicazione scritta al cliente, non può staccare l’utenza, anche se il consumatore è moroso, quindi non ha pagato le fatture.
    Per ottenere l’indennizzo il cliente deve comunque prima saldare il debito, quindi pagare la bolletta. Se l’importo da pagare è molto alto, può effettuare un pagamento rateizzato e chiedere successivamente il risarcimento
  • Se la luce ti viene staccata senza che tu abbia ricevuto il preavviso ma la responsabilità non è del fornitore, non puoi ottenere il risarcimento. È il caso in cui il venditore invia il sollecito, ma non arriva a destinazione per problematiche del servizio postale. È evidente che il fornitore non ha colpe, perciò non è tenuto a fornire nessun indennizzo

Vuoi essere sicuro che la tua utenza luce o gas sia la migliore? Chiama i nostri esperti! La chiamata è gratuita

02 94 75 67 37

Info

I casi in cui può essere staccata la luce con preavviso

Il fornitore può disalimentare il contatore luce, quindi interrompere la fornitura verso il proprio cliente quando:

  • il cliente è moroso
  • sono necessari interventi di manutenzione al contatore

Distacco luce per morosità

Le delibere ARG/elt 4/08 e ARG/gas 99/11 stabiliscono gli obblighi del consumatore di energia elettrica e del fornitore.

Il cliente ha l’obbligo di pagare sempre tutte le fatture entro il termini stabiliti e il fornitore non può sospendere la fornitura di luce senza preavviso scritto.

Distacco luce per interventi di manutenzione

Gli interventi di manovra e di manutenzione al contatore vengono eseguiti dall’azienda di distribuzione. In questo caso è necessario sospendere momentaneamente l’alimentazione di energia elettrica per garantire lo svolgimento dei lavori in massima sicurezza.

Nel preavviso si devono indicare l’orario di interruzione della fornitura e l’orario di ripristino. L’orario massimo di interruzione con preavviso per lavori di manutenzione è previsto per 8 ore consecutive.

Se i lavori durano di più, il cliente ha diritto a un indennizzo automatico di 30 euro, a cui si aggiungono 15 euro per ogni ulteriori 4 ore di interruzione, fino ad un massimo di 300 euro.

I casi in cui non può mai essere staccata la luce per morosità

distacco luce per morositàLa fornitura non può mai essere sospesa, anche se il cliente è moroso quando fa parte della categoria dei non disalimentabili.
In questa categoria rientrano i clienti che utilizzano apparecchi salvavita che devono necessariamente essere collegati alla corrente.

Pagare in ritardo la bolletta: quanto costa?

Il cliente quando riceve la comunicazione di sollecito deve il prima possibile provvedere al pagamento della bolletta. Dovrà, non solo saldare il debito ma sostenere anche gli interessi.

  • Se il cliente è un buon pagatore (ha sempre pagato le bollette entro la scadenza negli ultimi due anni) e si trova nel mercato tutelato, dovrà pagare solo gli interessi legali quando il pagamento viene effettuato con massimo 10 giorni di ritardo.
  • Se il cliente è stato definito come cattivo pagatore e si trova nel mercato tutelato pagherà gli interessi legali e gli interessi di mora che aumentano a seconda dei giorni di ritardo. Gli interessi di mora sono calcolati in base al tasso di riferimento fissato dalla Banca Centrale Europea aumentato del 3,5%. Perciò se il tasso di riferimento della BCE è del 2,5%, il tasso di mora risulterà del 6%.
  • Il gestore inoltre, può chiedere anche il pagamento delle spese postali per l’invio del sollecito.
  • Se il cliente si trova nel mercato libero e paga in ritardo la fattura, il gestore può chiedere solo gli interessi di mora e le eventuali spese previste dal contratto.

Distacco luce: come evitarlo?

Non è di certo piacevole trovarsi clienti morosi anche se la colpa non è nostra, ma del sistema postale. Il servizio di posta ha avuto dei problemi e le tue bollette sono arrivate in ritardo. Come non è piacevole trovarsi costituiti in mora per una semplice dimenticanza.

Come evitare tutto questo?

  • un consiglio che possiamo darti è quello di scegliere un fornitore che offre la bolletta web, così riceverai la tua fattura per e-mail e avrai la certezza che arriverà senza ritardi
  • un altro consiglio è di scegliere il metodo di pagamento con domiciliazione bancaria, così che l’importo della fattura viene scalato automaticamente dal tuo conto corrente evitando dimenticanze

Quindi, per concludere, quando valuti le diverse tariffe luce nel mercato libero, verifica se:

  • il fornitore offre anche un servizio online per la gestione delle tue pratiche, come la bolletta digitale ma anche attività di subentro, voltura o allaccio gestibili digitalmente
  • i metodi di pagamento che il fornitore mette a disposizione

Vuoi cambiare fornitore? Chiama gratuitamente questo numero! Già oltre 560 mila persone si sono affidate al nostro servizio!

02 94 75 67 37

Info

Aggiornato su 29 Lug, 2021

redaction La redazione di Prontobolletta
Redactor

Giulia P.

Giornalista News

Commenti

bright star bright star bright star bright star grey star

Per saperne di più sulla nostra politica di controllo, trattamento e pubblicazione dei commenti leggi le nostre menzioni legali.