La guida completa per fare il cambio di residenza a Verona

Annuncio: Servizio Gratuito. 4,8/5  su Trustpilot ⭐⭐⭐⭐⭐

Annuncio: Servizio Gratuito. 4,8/5  su Trustpilot ⭐⭐⭐⭐⭐


Sommario Il cambio residenza Verona è una pratica molto comune. Quello che forse ancora non sai è che esistono modalità alternative al recarsi presso gli uffici comunali.


In questa guida troverai tutte le informazioni utili da seguire, i contatti a cui rivolgerti, i documenti da presentare, nonché i tempi e i costi da sostenere. In più, ti daremo dei consigli per agevolare il disbrigo delle tue pratiche energetiche in seguito al tuo trasferimento.

Procedura per il cambio di residenza a Verona

Prima di addentrarci nella procedura per il cambio di residenza a Verona, precisiamo subito quando è necessaria e chi è tenuto ad osservarla.

La dichiarazione di residenza va presentata dal cittadino che trasferisce la propria dimora abituale a Verona:

  • con provenienza da altro Comune italiano
  • con provenienza dall’estero e iscritto all’AIRE (Anagrafe Italiani Residenti all’Estero)
  • sprovvisto di residenza in seguito a cancellazione anagrafica
  • con provenienza dall’estero
  • con cambio di abitazione all’interno dello stesso Comune

Le modalità a disposizione degli utenti per inoltrare la richiesta cambio residenza Verona sono tre:

  1. online
  2. posta elettronica
  3. raccomandata

Vediamole singolarmente nel dettaglio

Cambio residenza Verona online

L’opzione cambio residenza a Verona online attualmente è disponibile soltanto per le variazioni di indirizzo all’interno del medesimo territorio comunale. Per usufruire di questo servizio occorre essere in possesso delle credenziali SPID (Sistema Pubblico di Identità Digitale), CNS (Carta Nazionale dei Servizi) oppure CIE (Carta d’Identità Elettronica).

La procedura vera e propria consiste nel:

  1. visitare il sito ufficiale del Comune di Verona e selezionare la voce “Cambio abitazione
  2. scegliere il sistema di autenticazione preferito e inserire le proprie credenziali personali per accedere allo Sportello Zero del Comune
  3. compilare, stampare e firmare la dichiarazione
  4. scansionarla insieme al resto della documentazione da allegare
  5. trasmettere il tutto in via telematica con la funzione “Carica documenti

Al termine delle operazioni appena descritte, si ricevono due e-mail di conferma:

  1. la prima inerente al corretto inserimento dei dati obbligatori
  2. la seconda relativa all’avvenuto invio dei documenti

Infine, cliccando sulla dicitura “Stato pratiche“, in qualunque momento è possibile verificare la gestione e l’avanzamento della pratica.

Cambio di residenza a Verona tramite posta elettronica

Effettuare la richiesta cambio residenza Verona tramite posta elettronica è estremamente semplice e veloce.

Però, ci sono delle accortezze da adottare quali:

  • indicare nell’oggetto della e-mail cognome e nome, seguiti dalla dicitura “Richiesta di iscrizione” o “Richiesta di cambio abitazione”
  • l’e-mail può contenere solo una singola pratica
  • tutta la documentazione deve essere allegata, non compressa o zippata
  • la dimensione massima di ogni documento è pari a 750 kb, con risoluzione non superiore a 150 dpi

La trasmissione è ammessa sia con account di posta ordinaria sia con casella di posta certificata.

Cambio residenza a Verona con raccomandata

L’ultima modalità a disposizione per richiedere il cambio residenza a Verona consiste nello spedire una raccomandata con avviso di ricevimento. Anche in questo caso la dichiarazione deve essere completa di tutta la documentazione allegata e firmata in originale.

Chi bisogna contattare per effettuare il cambio di residenza a Verona?

Come fare cambio residenza Verona e chi bisogna contattare? Di seguito riportiamo i riferimenti utili.

Se hai optato per la trasmissione della dichiarazione tramite posta elettronica, scrivi a:

  • sportelloadigetto@comune.verona.it
  • sportelloadigetto@pec.comune.verona.it


Invece, se preferisci spedire una raccomandata, ecco l’indirizzo dell’Ufficio cambio residenza Verona:

  • Comune di Verona, Direzione Servizi ai Cittadini, Via Adigetto 10, 37122 Verona

Infine, se prediligi il cambio residenza Verona on line (attualmente disponibile solo per variazione all’interno del medesimo Comune):

  • visita il sito del Municipio
  • accedi allo Sportello Zero

Sai già a chi rivolgerti per il trasloco delle utenze? Leggi il nostro articolo e non farti trovare impreparato. Il trasloco definitivo, soprattutto in una nuova città, comporta tutta una serie di incombenze. Dalla scelta del medico di famiglia alla tessera elettorale, dalla tassa rifiuti fino alla voltura acqua, informati per bene sulle procedure da seguire per adempiere quanto prima a queste priorità.

Scopri le migliori offerte e attivale GRATIS e in pochi minuti grazie ai nostri esperti

02 94 75 67 37

Info

Quali sono i documenti richiesti per il cambio di residenza a Verona?

I documenti richiesti per il cambio di residenza Verona, così come quelli necessari per trasferire la propria dimora a Bari, sono particolarmente rilevanti. Questo perché laddove non fossero completi, l’istanza non verrà processata dall’Autorità. Ciò vale sia per i cittadini italiani che per quelli comunitari o extracomunitari, tenuti a presentare documentazione integrativa richiesta dalla normativa in vigore.

In linea di massima possiamo delineare tre sezioni:

  1. il documento d’identità del richiedente. Se di nazionalità italiana proveniente dall’estero, bisogna allegare il documento con cui è avvenuto il rimpatrio, per esempio il passaporto se si rientra da paesi extra UE. Invece per i cittadini non italiani occorre la carta d’identità o il passaporto della nazione di origine. In ogni caso serve la copia dei documenti di identità di tutte le persone coinvolte nel cambio di residenza
  2. le dichiarazioni. Quest’ultime variano a seconda delle casistiche. Per esempio se vi è il coinvolgimento di un figlio minore che si trasferisce con uno solo dei genitori oppure se si sposta la propria dimora abituale presso un immobile in cui sono già residenti altre persone. È inoltre richiesta la dimostrazione del titolo di occupazione dell’abitazione
  3. ulteriore documentazione attestante il titolo di soggiorno in Italia per i cittadini non italiani, così come la certificazione dello stato civile o la composizione del nucleo familiare, rilasciata dallo Stato di provenienza, tradotta e legalizzata

La modulistica

Ad ogni modo, sul sito del Comune di Verona è reperibile tutta la modulistica predisposta per ogni specifica circostanza.

Nel dettaglio:

  • dichiarazione di residenza/cambio di abitazione
  • dichiarazione di residenza (allegato A) per cittadini di Stati non appartenenti all’Unione Europea
  • dichiarazione di residenza (allegato B) per cittadini di Stati appartenenti alla UE
  • dichiarazione risorse economiche per cittadini comunitari
  • dichiarazione vivenza a carico per cittadini comunitari
  • dichiarazione assenso dimora minore
  • dichiarazione sostitutiva del proprietario
  • dichiarazione di conoscenza del locatario
  • dichiarazione pensione di familiare a carico per cittadini comunitari
  • dichiarazione dimora abituale al proprio indirizzo

Per eventuali dubbi è opportuno rivolgersi direttamente all’ente mediante uno dei canali di comunicazione illustrati in precedenza.

Quanto tempo richiede il cambio di residenza a Verona?

Passiamo ora all’argomento “cambio residenza Verona tempi”, così da capire il lasso temporale che occorre per tale operazione.

Prima di tutto è bene sapere che la dichiarazione di residenza va presentata entro 20 giorni dall’effettivo trasferimento a Verona. Dopodiché, l’Ufficio Anagrafe ha un limite massimo di 45 giorni per svolgere la verifica documentale e gli accertamenti del caso.

Difatti, il Comune esegue periodici controlli a campione:

  • su almeno il 10% delle richieste complessive ricevute, verificando ad esempio tramite l’Agenzia delle Entrate e il Catasto la regolare registrazione del contratto di locazione o la proprietà dell’immobile
  • su almeno il 30% del totale complessivo, appurando le istanze trasmesse via e-mail o con posta elettronica certificata

Una volta trascorso questo arco temporale, in assenza di diversa comunicazione inviata al richiedente, la registrazione anagrafica si intende confermata, secondo il principio silenzio-assenso.

Le tempistiche sono importanti anche per allinearti al meglio con il disbrigo delle pratiche energetiche relative alla tua nuova dimora. Ad esempio la voltura gas è un’operazione piuttosto veloce, mentre l’allaccio del gas comporta un’attesa decisamente maggiore. Leggi i nostri approfondimenti per pianificare con anticipo gli interventi in modo che la fornitura sia già operativa al tuo ingresso.

Quanto costa cambiare residenza a Verona?

La richiesta cambio residenza Verona, così come a Napoli e Palermo, è del tutto gratuita. Tra l’altro oggi puoi scaricare in formato digitale, autonomamente e senza alcun costo, diversi certificati di uso comune. Tra questi vi sono anche quelli di residenza e residenza AIRE, oltre a:

  • anagrafico di nascita
  • stato libero
  • anagrafico di matrimonio
  • stato di famiglia con rapporti di parentela
  • cittadinanza
  • esistenza in vita
  • stato di famiglia
  • stato civile
  • residenza in convivenza
  • stato di famiglia AIRE
  • anagrafico di unione civile
  • contratto di convivenza
Tutto ciò è possibile grazie al servizio ANPR (Anagrafe Nazionale della Popolazione Residente), un progetto del Ministero dell’Interno realizzato da Sogei. Sostanzialmente si tratta di un’unica banca dati digitale che contiene i dati dei cittadini residenti in tutti i Comuni italiani e di quelli iscritti all’Anagrafe Italiani Residenti all’Estero. L’accesso alla piattaforma è subordinato al possesso delle credenziali SPID, CNS o CIE.

Invece, se desideri farti un’idea della spesa che dovrai affrontare per un subentro gas, il nostro articolo fa proprio al caso tuo. Leggendolo scoprirai quanto costa riattivare il tuo contatore attualmente disattivato.

Come attivare luce e gas nella nuova residenza a Verona?

Contestualmente al cambio di residenza a Verona, è bene preoccuparsi anche delle utenze energetiche della tua nuova dimora. Solo così potrai godere in tutta tranquillità del comfort della tua abitazione. Ma come attivare luce e gas? Tutto dipende dallo stato del contatore, laddove fosse presente, dell’immobile nel quale stai per trasferirti.

Infatti potresti trovarti di fronte a diverse circostanze:

  1. il contatore è presente e la fornitura è già attiva. Quindi desideri intestare a tuo nome le bollette, attualmente intestate ad altra persona. In questo caso è sufficiente richiedere una semplice voltura luce o gas per modificare il nominativo del titolare del contratto di fornitura
  2. il contatore è presente, ma è stato disattivato dal precedente intestatario. In tale evenienza, per fruire dell’erogazione di energia elettrica e gas dovrai sottoscrivere un nuovo contratto con un fornitore a tua scelta e procedere con la richiesta di subentro luce o gas
  3. il contatore è presente, ma non è mai entrato in funzione. Anche qui tutto ciò che devi fare è aderire all’offerta luce e gas che meglio ti soddisfa e contattare il provider di tuo interesse per una prima attivazione
  4. il contatore è assente, così come la predisposizione per il collegamento alla rete di distribuzione. In questo caso, per usufruire subito delle utenze, devi stipulare un contratto di fornitura con il gestore da te selezionato e presentare domanda di allaccio luce o gas. Poi sarà quest’ultimo a inoltrare la tua richiesta al distributore territorialmente competente

Ora che conosci le operazioni più idonee per ogni casistica, probabilmente ti starai domandando come individuare la soluzione energetica perfetta per te. Il nostro consiglio è quello di confrontare le offerte luce e gas dei migliori provider operanti nel settore. La proposta commerciale del mercato libero è davvero ampia e variegata e trovare la tariffa su misura delle tue esigenze è più facile di quanto si pensi.

Per saperne di più sull’attivazione delle forniture energetiche, ti invitiamo a visitare il sito dell’Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente (ARERA) a questa pagina. Nella sezione dedicata al consumatore, troverai decine di risposte ai quesiti posti più frequentemente dagli utenti.

Chiama un nostro esperto per farti aiutare nella gestione delle utenze luce e gas.

02 94 75 67 37

Info

Aggiornato su 14 Giu, 2024

redaction La redazione di Prontobolletta
Redactor

Piero Battistel