La voltura per decesso con Eni

Servizio Gratuito: 4,8/5  su Trustpilot ⭐⭐⭐⭐⭐

Servizio Gratuito: 4,8/5  su Trustpilot ⭐⭐⭐⭐⭐

Sommario
In questo articolo potrai trovare tutte le informazioni sulla voltura per decesso con ENI. Di seguito troverai una descrizione dettagliata su come gestire tale operazione, quali sono i costi relativi alla voltura per decesso, cos’è la voltura catastale ed infine verrà illustrata la procedura per richiederla.

La voltura Eni per decesso è una procedura che, purtroppo, può essere necessario richiedere in determinate situazioni. Molti possono fare confusione tra le diverse operazioni come voltura e subentro, anche per questo è importante fare chiarezza.

  • Quando il contatore luce e gas risulta essere ancora attivo, ma è necessario intestare il contratto a proprio nome, occorre richiedere al fornitore un cambio intestatario dell’utenza, ovvero una voltura
  • Il subentro invece si richiede quando il contatore risulta essere stato disattivato dal precedente intestatario e quindi con una fornitura non attiva

Molti tendono a confondere subentro e voltura ma, a ben vedere, si tratta di due operazioni molto diverse.

La voltura per decesso con ENI è differente dalla voltura normale, si parla di voltura di successione e può avvenire a titolo gratuito. Questo significa che, chi richiede il cambio intestatario a seguito della morte di un familiare stretto, può richiedere la voltura di successione senza affrontare costi.

Come gestire la voltura per decesso di un familiare

Qualora ci si trovasse a fare i conti con il decesso di un familiare (coniuge o genitore ad esempio), in alcuni casi si potrà procedere con la voltura a titolo gratuito.

Voltura Eni per decesso


La voltura Eni per decesso intestatario è una operazione piuttosto semplice da richiedere e il servizio clienti del fornitore sarà a completa disposizione per fornire le informazioni richieste. In caso di decesso di un congiunto comunque, il familiare potrà richiedere la voltura mantenendo le stesse condizioni contrattuali, e questo sia in caso di una utenza residente sia non residente.

La voltura Eni per decesso sarà comunque differente rispetto alla normale voltura in quanto il richiedente dovrà dichiarare di essere un erede del defunto e indicare anche la data del decesso.

Il richiedente infatti dovrà allegare al modulo voltura Eni per decesso, da inviare al fornitore, anche la carta d’identità. Attenzione perché in caso di fornitura domestica residente, colui che richiede la voltura, l’erede, dovrà risultare già residente nell’abitazione al momento del decesso dell’intestatario.

In che caso invece si sente parlare di voltura catastale con Eni?

Cosa si intende per voltura catastale

Esiste però anche la possibilità che il richiedente della voltura Eni, in caso di decesso, sia anche l’erede dell’abitazione. In questa specifica situazione bisognerà richiedere la voltura catastale, che sarà obbligatoria per registrare qualsiasi variazione della titolarità di un bene immobile.

La voltura catastale andrà fatta presso l’Agenzia delle Entrate e, nel momento della stipula di un contratto luce o gas, l’intestatario dovrà comunicare al fornitore la sua titolarità dell’immobile.

In caso dovessero intercorrere cambiamenti sulla proprietà dell’immobile bisognerà quindi indicarlo al momento della sottoscrizione del contratto.

Approfitta del nostro servizio gratuito per trovare e attivare l’offerta più conveniente per casa tua!

02 94 75 67 37

Info

I costi della voltura per decesso Eni

Abbiamo già detto come la voltura bolletta Eni per decesso sia gratuita per gli eredi del defunto già domiciliati all’indirizzo presso cui era attiva la fornitura luce o gas. Anche il coniuge dell’intestatario delle utenze potrà godere di questo privilegio come gli eredi, ma questo vale solo per quanto riguarda i contributi a copertura degli oneri amministrativi (25,81 euro per il distributore).

Gli altri costi da affrontare per la voltura, invece, verranno decisi dal fornitore di luce e gas con cui si ha attivo il contratto.

È anche possibile fare una autocertificazione in caso di voltura mortis causa Eni. In questo caso bisognerà compilare e inviare al fornitore un modulo specifico che avrà valore di autocertificazione secondo l’artt.46 e 47 del DPR 28 dicembre 2000, n.445.

Ma come agire in caso di morosità dell’intestatario defunto?

Come agire in caso di morosità dell’intestatario del contratto defunto

Qualora l’intestatario defunto fosse moroso, il nuovo intestatario Eni sarà:

  • obbligato a rimborsare al fornitore i debiti solo se si tratta di un familiare
  • se invece non si tratta di un familiare, il nuovo inquilino potrà richiedere una cessazione amministrativa del contratto in essere e quindi non prendersi carico del risarcimento del debito

Cosa serve per richiedere la voltura per decesso luce e gas

Per richiedere il cambio intestatario del contratto a seguito di decesso, la voltura mortis causa:

  1. il richiedente dovrà compilare un modulo disponibile sul sito Eni
  2. bisognerà poi inviare questo modulo adeguatamente compilato per fax, posta o a uno sportello fisico
  3. ecco i dati che serviranno per richiedere la voltura nel caso non si fosse parenti del defunto:

  • Numero cliente e codice POD/PDR
  • Autocertificazione della residenza anagrafica
  • Fotocopia documento d’identità
  • Dati anagrafici nuovo intestatario
  • Coordinate bancarie o postali per domiciliazione bollette

Per avere maggiori informazioni specifiche sulle modalità di richiesta voltura gas Eni per decesso e sul costo voltura, si potrà comunque fare riferimento in qualsiasi momento al servizio clienti del fornitore.

La voltura per decesso con il mercato tutelato (tariffe luce e gas fissate dall’Autorità) funziona allo stesso modo ma il mercato tutelato cesserà nel 2022.

Contattaci gratuitamente e assicurati l’aiuto di un esperto per gestire la tua pratica e risparmiare!

02 94 75 67 37

Info

Aggiornato su 14 Set, 2021

redaction La redazione di Prontobolletta
Redactor

Giulia P.

Giornalista News

Commenti

bright star bright star bright star bright star grey star

Per saperne di più sulla nostra politica di controllo, trattamento e pubblicazione dei commenti leggi le nostre menzioni legali.