Dove trovo il numero cliente del contatore e a cosa serve?

Servizio Gratuito: 4,8/5  su Trustpilot ⭐⭐⭐⭐⭐


Sommario Scopri a cosa serve il numero cliente sul tuo contatore luce e gas e come usarlo per svolgere l’autolettura del contatore.

Saper dove trovare il numero cliente del contatore luce è determinante in alcune situazioni specifiche. Molti inoltre tendono a fare confusione tra i vari codici, anche per questo è importante fare un po’ di chiarezza tra codice POD, numero cliente e così via.

Il numero cliente è uno dei codici utili che ti servono quando devi fare la lettura del contatore della luce e del gas.

Ad esempio il codice POD e il numero cliente dovranno essere comunicati quando si intende sottoscrivere un contratto di fornitura, un subentro oppure un cambio di intestatario bollette (voltura).
  • In questi casi il fornitore richiede dei codici che servono a identificare in modo univoco il contatore luce. Molti inoltre confondono anche il codice cliente della bolletta e quello presente sul contatore.
  • Il numero cliente del contatore luce è infatti un’altra cosa e il codice cliente in bolletta può assumere nomi diversi, a seconda del fornitore (codice utente e così via). E’ importante saper distinguere tra i diversi codici, anche perché verranno richiesti dal fornitore per poter eseguire tutta una serie di operazioni che vanno dalla prima attivazione, fino al subentro e alla voltura.

Le differenze tra codice POD e numero cliente

Al fine di eliminare ogni possibile dubbio è bene chiarire, nel dettaglio, cosa si intende per codice POD e cosa per numero cliente.

Quando si parla di contatori e di utenze luce, infatti, per codice POD si intende il punto di prelievo dell’elettricità e si tratta di un codice che identifica con precisione l’esatto punto dove l’energia elettrica viene prelevata dall’utente finale. Questo codice inizia sempre con IT e ha tra i 14 e i 15 caratteri. Il codice POD viene attribuito all’utenza elettrica e comunicato al cliente finale solo dopo l’allacciamento.

Si potrà trovare il codice POD sulla prima pagina della bolletta e questo numero resterà sempre uguale anche cambiando fornitore, in quanto, identifica la posizione geografica della fornitura e non il cliente.

Al contrario il numero cliente, o numero del contatore, è quel numero che compare sul contatore luce dopo che si preme diverse volte il pulsante. Con il numero cliente sarà possibile risalire al codice POD qualora non si disponesse di una vecchia bolletta.

Inoltre con alcuni fornitori si potrà attivare il contatore proprio con il codice cliente presente sul display del contatore luce.

Ecco quando servirà comunicare al fornitore codice POD e numero cliente: 

  1. Stipulare un nuovo contratto di fornitura (mercato libero o tutelato tariffe Arera)
  2. Eseguire un subentro
  3. Eseguire una voltura

Il numero cliente e il contatore digitale

Il distributore, che è il proprietario dei contatori, sta provvedendo ormai da qualche anno alla progressiva sostituzione dei vecchi contatori luce con dei contatori moderni digitali. In questo caso il numero cliente viene registrato direttamente tra le informazioni del contatore.

Questi contatori digitali sono collegati al distributore e al fornitore, proprio per questo sono abilitati alla telelettura e i clienti non dovranno più eseguire l’autolettura luce da comunicare al fornitore. Basterà premere il pulsante per la lettura del moderno contatore per visualizzare sul display il numero cliente. Premendo ancora compariranno altre informazioni utili sull’utenza come:

  • Fascia oraria
  • Potenza istantanea
  • Potenza massima
  • Consumi registrati per la valutazione della fatturazione
  • Data e ora

In caso di contatori analogici, che non sono connessi direttamente con le centrali di distributore e fornitore, si potranno solo eseguire controlli sui consumi energetici.

Ti sembra di pagare bollette troppo alte? Contatta un nostro esperto e vedi come cambiare fornitore e risparmiare

02 94 75 67 37

Info

Il numero di matricola del contatore energia elettrica

Se parliamo del numero di matricola del contatore luce, si fa riferimento a un codice numerico di 8 o 9 cifre, che viene assegnato a ogni contatore dal costruttore del dispositivo. Questo numero di matricola contatore luce serve a identificare in modo univoco l’apparecchio.

  • Quando si decide di cambiare fornitore luce non sarà necessario dover eseguire dei lavori sull’impianto elettrico e sul contatore che resterà quindi al suo posto.
  • Non solo, se si cambia fornitore il contatore non viene sostituito e il numero di matricola resta sempre lo stesso.
  • Il numero di matricola del contatore luce si trova sull’apparecchio stesso, di solito nei dati di targa sotto il display.
  • E’ anche possibile che con alcuni fornitori il numero di matricola del contatore possa trovarsi nella prima pagina della bolletta. Ma quando servirà esattamente il numero di matricola del contatore luce?

Quando usare il numero di matricola del contatore luce

Partendo dal presupposto che di solito i fornitori richiederanno solo il codice POD per molte operazioni, in alcuni casi sarà necessario comunicare anche il numero di matricola del contatore luce.
  • Ad esempio, in caso di subentro oppure quando si deve entrare in una casa rimasta disabitata a lungo, potrebbe essere utile avere a disposizione il numero di matricola del contatore luce.
  • Quando infatti non si riesce a contattare il precedente inquilino intestatario del contratto, sarà impossibile conoscere il codice POD.
  • In questa situazione particolare bisognerà per forza di cose risalire al numero di matricola del contatore luce per risalire all’utenza elettrica. Chi volesse recuperare i dati dovrà inviare la richiesta al distributore via fax e dovrà esibire anche la documentazione necessaria a dimostrare di essere proprietari della casa.

Ma che differenza c’è tra codice POD e numero di matricola contatore?

Abbiamo già visto le differenze tra codice POD e codice cliente, non resta che chiarire le differenze tra codice POD e numero di matricola, ovvero il numero che identifica il contatore.

Il codice POD individua l’utenza elettrica ed è legato a sua volta al contatore. Per capire la differenza si pensi al fatto che, in caso di guasto del contatore e di successiva sostituzione, il codice POD resterà lo stesso, mentre il numero di matricola cambierà al cambiare del contatore. Insomma, stiamo parlando di codici per certi versi simili ma diversi per utilizzo, quindi sarà bene non fare confusione.

Chi avesse ancora dei contatori luce tradizionali diversi dai contatori nuovi elettronici potrà comunque leggere il numero di matricola del contatore guardando subito sotto il disco che gira.

Scopri come fare la lettura del contatore aziendale.

Scopri di più sulle migliori offerte luce e gas del 2021, chiamaci!

02 94 75 67 37

Info

Redactor

Scritto da francescos

Aggiornato su 11 Giu, 2021

Commenti

bright star bright star bright star bright star grey star

Per saperne di più sul nostro processo di controllo e pubblicazione delle valutazioni