Valvole termostatiche termosifoni: a cosa servono?

Servizio Gratuito: 4,8/5  su Trustpilot ⭐⭐⭐⭐⭐


Sommario Valvole termostatiche termosifoni: scopri di più sui dispositivi che regolano la temperatura delle stanze nelle nostre abitazioni, monitorandone i consumi.

Le valvole termostatiche per termosifoni sono dispositivi che regolano il flusso di acqua calda negli stessi caloriferi in base alla temperatura desiderata.
Sono obbligatorie in tutte le abitazioni che hanno un impianto centralizzato e garantiscono in ogni stanza un ambiente caldo e accogliente, permettendo di risparmiare sia in termini economici che in termini energetici.
Il suo funzionamento quindi varia da termosifone a termosifone: possiamo infatti decidere di regolare a temperature diverse ciascun calorifero a seconda delle nostre esigenze.
In questo articolo illustreremo la struttura e la funzione delle valvole termostatiche, analizzandone anche i vantaggi sul loro acquisto e i possibili malfunzionamenti legati ad essi.

Struttura valvole termostatiche termosifoni

Le valvole termostatiche per termosifoni sono composte da due parti principali: una superiore, la testa della valvola e una inferiore, il suo corpo.

L’interno della testa contiene una capsula termosensibile, che si espande e si contrae a seconda della temperatura presente nella stanza in ogni momento. Infatti, questo cambio di temperatura porta a spingere automaticamente lo spillo presente nel corpo della valvola che ne causerà la sua apertura o chiusura.

Se la temperatura dovesse risultare di molto inferiore rispetto ai canoni standard, la capsula si contrarrà ed estrarrà lo spillo in modo da permettere al suo radiatore di ricevere più acqua possibile, alzando di fatto la temperatura.
Viceversa, se nella stanza si registra un aumento eccessivo della temperatura, l’espansione della stessa capsula porterà lo spillo a chiudere la valvola, riducendo quindi anche la sua portata d’acqua.

La testa, in base alla tecnologia del sensore, ha tempi di reazione diversi:

  • cera: tempi di reazione lunghi trattatosi di riscaldamento solo per conduzione
  • liquido: tempi di reazione ridotti, in quanto, riscalda per conduzione e convezione
  • gas: tempi di reazione brevi perchè Il gas è sensibile alle alte pressioni differenziali sulla valvola.

Il corpo della valvola invece presenta due caratteristiche differenti:

  • il valore kv (il quantitativo di acqua che passa dal corpo valvola)
  • la pressione differenziale massima (essenziale perchè limiti la rumorosità della valvola).

Guardando una valvola termostatica dall’alto verso il basso, possiamo dividerla nelle seguenti parti:

  • testa termostatica
  • sensore
  • stampo resistente al calore
  • anello di sicurezza
  • inserto della valvola termostatica
  • collegamento al sistema di riscaldamento

Funzionamento di una valvola termostatica

A cosa serve la valvola termostatica?

Una valvola termostatica, come già anticipato, regola la temperatura presente nell’ambiente. Attraverso questa stessa regolazione, il calore viene usufruito e dosato in maniera diversa in ogni stanza, a nostro piacimento.

  • Generalmente le valvole termostatiche vengono impostate da 0 a 5 o da 0 a 10.
  • Una volta scelta la temperatura desiderata, appena la stanza raggiunge la condizione termica richiesta, automaticamente si vedrà la chiusura della valvola e l’esclusione del termosifone dall’impianto di riscaldamento che ne interromperà il flusso calorico.
  • Allo stesso modo, automaticamente, il meccanismo sarà uguale se la temperaturà è invece bassa.

Le valvole termostatiche permettono di risparmiare energia poichè, se non usiamo una determinata stanza, possiamo anche non attivare appunto le valvole, tenendo di conseguenza i termosifoni spenti. Il riscaldamento globale della casa avviene lo stesso, anche se un termosifone o più rimangono spenti perchè non utilizzabili in quelle stanze.

In sintesi, la valvola termostatica ci permette di:

  • monitorare l’emanazione di calore dell’impianto per ogni singolo ambiente nella casa
  • bilanciare l’impianto in modo automatico
  • valorizzare gli interventi di coibentazione termica dell’impianto
  • misurare indirettamente, la temperatura di ritorno di un impianto a radiatori
  • trasformare in un vantaggio automatico l’eventuale sovradimensionamento dei corpi scaldanti
  • misurare quanto calore sia stato consumato in quella stanza, mediante l’installazione di un dispositivo situato accanto alla valvola termostatica, monitorandone ulteriormente i nostri consumi

Vuoi risparmiare sulle bollette luce e gas? Chiamaci e attiva le migliori offerte come hanno già fatto mezzo milione di persone.

02 94 75 67 37

Info

Il contabilizzatore di calore

Il contabilizzatore di calore, chiamato anche ripartitore, è l’apparecchio che si trova accanto alla valvola termostatica e misura il calore consumato.
La sua lettura avviene, per quelli di matrice moderna, via wireless, altri invece necessitano di una lettura periodica (una all’anno), effettuata da tecnici specializzati.

In questo modo, per il riscaldamento, avvengono due pagamenti:

  1. quota fissa: calcolato sui millesimi di riscaldamento dell’appartamento. I millesimi sono i millesimi di potenza termica installata.
  2. quota variabile: sulla base dei consumi realizzati e misurati.

L’assemblea condominiale stabilisce le percentuali di ciascuna quota:

  • generalmente per la quota fissa, il valore corrisponde al 30%,
  • mentre per quella variabile al 70%.

Ogni condominio comunque tiene conto della ripartizione dei vari appartamenti: infatti quelli in prossimità del piano terra e del tetto avranno consumi maggiori di quelli situati ai piani intermedi. Perciò al momento della stima dei consumi, per evitare disparità di trattamento, verrà inserito una tabella di riferimento dei valori di adeguamento.

Quanto si risparmia con le valvole termostatiche

Buono a sapersi:

Le valvole termostatiche sono obbligatorie per legge, come si evince dal decreto legislativo 141/16, ma ciò non significa che sia una spesa in più per le famiglie, anzi, la possibilità di risparmiare sulla bolletta del gas è realmente concreta.

riscaldamento autonomoCome spiegato precedentemente, il calore viene di fatto razionalizzato. Siamo noi che decidiamo quando e quanta energia consumare, a seconda delle nostre esigenze. Persino se ci troviamo lontani da casa per qualche giorno, se impostiamo al minimo i nostri termosifoni per poi aumentarli al nostro ritorno, vedremmo ridurre gli sprechi e le dispersioni di calore.

Mediamente, diminuendo di un grado la temperatura, il risparmio sulla bolletta finale è del 5%. E in termini ambientali si riduce anche l’emissione di anidride carbonica.

Conviene acquistare valvole termostatiche che ci permettono di controllare la temperatura della nostra casa, senza dover ogni volta regolare il termostato quando diventa o troppo caldo o troppo freddo.

Indicativamente, le temperature sufficienti a riscaldare ogni singolo locale della nostra abitazione, vengono ripartite in:

  • 21°C per il bagno
  • 18°C per il corridoio
  • 22°C per il soggiorno
  • 20°C per la cucina
  • 16°C per la camera da letto

Volete sapere come risparmiare energia nella vostra abitazione? Vi consigliamo la lettura dei seguenti articoli:

Malfunzionamento delle valvole termostatiche

malfunzionamento termostaticoSolitamente il malfunzionamento delle valvole termostatiche non sono dinamiche difficilmente risolvibili, anzi. La maggior parte delle volte riguarda la loro disposizione, magari vengono impostate in maniera errata o, come capita sovente, sono spente del tutto.

Essendo le valvole termostatiche collocate quasi sempre nelle vicinanze di un una porta, alcuni malfunzionamenti sono causati dai tiraggi d’aria, in cui la valvola si “illude” di percepire una temperatura fredda nella stanza rispetto a quella che possiede realmente.

Altre volte può capitare inconvenienza che esse siano bloccate da un mobile che impedisce alla spilla di svolgere correttamente la sua funzione di regolazione dell’impianto termico.

E’ bene, quindi, ricordare che le valvole termostatiche vengono impostate manualmente da noi stessi, girando semplicemente la manopola di controllo in senso antiorario, per aumentare la temperatura, e in senso orario per diminuirla.

Vuoi attivare un nuovo contratto per luce o gas? Chiama gratis al seguente numero

02 94 75 67 37

Info

Aggiornato su 20 Lug, 2021

redaction La redazione di Prontobolletta
Redactor

Carolina D.

Redattrice

Commenti

bright star bright star bright star bright star grey star

Per saperne di più sulla nostra politica di controllo, trattamento e pubblicazione dei commenti leggi le nostre menzioni legali.