Rimborso Canone Rai in bolletta: come richiederlo

Servizio Gratuito: 4,8/5  su Trustpilot ⭐⭐⭐⭐⭐


Servizio Gratuito: 4,8/5  su Trustpilot ⭐⭐⭐⭐⭐


Sommario Vi è stato addebitato il Canone Rai nella bolletta dell’energia elettrica nonostante non foste tenuti a pagarlo? Nessun problema: se avete già effettuato il pagamento di tutto l’importo potete richiedere il rimborso.

Questa guida “Rimborso Canone Rai in bolletta: come richiederlo” vi spiega come procedere e soprattutto chi ne ha diritto.

Iniziamo introducendo l’argomento del Canone Rai: come funziona oggi il pagamento di questa imposta?

Canone Rai: cos’è e perché si paga

Il Canone Rai ordinario è un’imposta prevista per il detentore di uno o più apparecchi TV, nella propria residenza o in altra abitazione, a prescindere dal fatto che concretamente lo utilizzi: è il possesso (e non necessariamente la proprietà) del televisore ad imporre il pagamento del canone, non l’uso.

L’evoluzione tecnologica ha posto il problema se siano soggetti a questo tributo anche altri apparecchi, aventi la capacità di ricevere segnali radiotelevisivi e dunque di essere utilizzabili per la visione di programmi TV (come computer, smartphone, e tablet). La Rai in un comunicato del 2012, ha specificato che tali strumenti non devono pagare il canone, e che questo si riferisce solo ai televisori.

L’attuale normativa prevede una diretta correlazione fra la detenzione di un apparecchio TV e l’esistenza di una utenza per la fornitura di energia elettrica nella abitazione di residenza: il contratto per l’erogazione di elettricità determina la presunzione di possesso di un apparecchio TV.

Il Canone Rai in bolletta luce è quindi cosa ben nota, così come la sua correlazione con la bolletta della luce, ma vediamo come si è evoluta nel tempo la modalità di pagamento.

Parla con un esperto papernest. Già 560.000 persone si affidano a noi per risparmiare

02 94 75 67 37

Info

Canone Rai: come si paga nel 2020

Dal 2016 la modalità di pagamento del Canone Rai è cambiata: si è passati dal bollettino postale che veniva recapitato a casa e si era tenuti ad andare in posta a pagare, alla sua inclusione nel saldo finale della bolletta luce.

Essendo il canone un’imposta, la sua gestione è di competenza dell’Agenzia delle Entrate. Il fornitore luce è, in questo caso, un mero tramite tra il cliente e l’Agenzia. Alcuni soggetti sono esonerati dal suo pagamento: vediamo quali sono.

Canone Rai: chi non è tenuto a pagarlo

Chi sono i soggetti esonerati dal pagamento del Canone Rai?

Le categorie esenti

L’appartenenza alle categorie elencate di seguito esonera dal suo pagamento:

  1. Gli over 75 con un reddito non superiore a 6.700€.
  2. I militari delle Forze Armate italiane, limitatamente agli apparecchi siti in luoghi comuni per la visione collettiva (ospedali militari, Case del soldato e Sale convegno).
  3. I militari appartenenti alla Forze Nato, di cittadinanza straniera.
  4. Gli agenti diplomatici e consiglieri di quei Paesi che reciprocamente esonerano dal canone o da obblighi analoghi i loro colleghi italiani all’estero.
  5. I proprietari di imbarcazioni da diporto con a bordo il televisore, ma non coinvolte in attività commerciali.
  6. I rivenditori e i ripartori Tv che esercitano regolare attività.
  7. I titolari di un’utenza elettrica non residente, tipica di case in affitto o seconde case.

Se vi riconoscete in una di queste categorie dell’elenco vi ricordiamo che, non solo avete diritto a richiedere il rimborso del Canone Rai, ma soprattutto a richiederne in anticipo l’esenzione (qui per voi il modulo per richiedere l’esenzione dal Canone Rai in bolletta).

Per chi l’avesse per errore già pagato, qui la procedura per richiedere il rimborso.

Rimborso Canone Rai in bolletta: il modulo per richiederlo

Se appartenete ad una delle categorie esonerate dal pagamento, avete inviato il modulo d’esenzione dal Canone Rai, ma nonostante questo vi è stata addebitata l’imposta in bolletta (che poi avete erroneamente pagato), niente paura.

Questo errore può capitare, soprattutto nei casi in cui si ha attiva la domiciliazione bancaria della bolletta: il fornitore, in questo caso, preleva l’intera somma comprensiva del Canone Rai.

I moduli per il rimborso

Per chiedere il rimborso è sufficiente scaricare il modulo ufficiale dal sito della Agenzia delle Entrate (qui). Questo può essere poi inviato per via telematica o per posta, come indiacato sul modulo stesso. L’indirizzo ufficiale, in caso scegliate il tramite postale è: AGENZIA DELLE ENTRATE, Ufficio di Torino 1, S.A.T. – Sportello Abbonamenti TV – Casella Postale 22 – 10121 Torino.

Oltre a sapere come richiedere il rimborso una volta commesso un erroneo pagamento, è anche utile sapere che esistono offerte luce con importanti bonus e scontistiche: basta trovare quella più adatta alle proprie esigenze di consumo. Come fare? Vi ricordiamo il valido Portale Offerte di Arera, sull’omonimo sito ufficiale. 

Chiamaci per scoprire come risparmiare in bolletta

02 94 75 67 37

Info

Aggiornato su 14 Set, 2021

redaction La redazione di Prontobolletta
Redactor

Paolo A.

Redattore Energia

Commenti

bright star bright star bright star bright star grey star

Per saperne di più sulla nostra politica di controllo, trattamento e pubblicazione dei commenti leggi le nostre menzioni legali.