Luce e gas: prezzo fisso o indicizzato?

Servizio Gratuito: 4,8/5  su Trustpilot ⭐⭐⭐⭐⭐


Sommario In questo articolo verrà approfondita la questione prezzo fisso o prezzo indicizzato per la bolletta luce. Potrai conoscere nel dettaglio le due tipologie di prezzo, i loro vantaggi, come scegliere il prezzo più adatto alle tue esigenze e dei consigli per orientarti nella scelta migliore.

Prezzo fisso o indicizzato? Almeno una volta nella vita ti sarai domandato che differenza c’è tra un’offerta a prezzo fisso e un’offerta a prezzo indicizzato o variabile.

È molto utile conoscere le caratteristiche di queste due tipologie di tariffe, perché potrai realizzare la scelta più adeguata rispetto alle tue esigenze. Infatti a seconda dei casi, delle abitudini e dei consumi (luce, elettrodomestici, gas ecc.), una delle due può essere più conveniente rispetto all’altra.

Devi sapere che il prezzo fisso e il prezzo indicizzato indicano entrambi il prezzo che le compagnie energetiche propongono ai consumatori in riferimento alla spesa per la materia prima energia elettrica o gas. Nella bolletta luce e in quella del gas, in realtà, vengono incluse altre spese, diverse da quella appena nominata, infatti le componenti della fattura sono 4:

  • spesa per la materia prima energia o gas
  • spese di trasporto e gestione del contatore
  • oneri di sistema
  • imposte

La prima voce, quella relativa alla materia prima luce o gas, è quella che pesa di più sulla spesa complessiva della bolletta.

Come stimato dall’ARERA, il costo per la materia prima energia elettrica per un consumatore medio, è intorno al 42- 43% della spesa totale, mentre di circa il 39% per quanto riguarda la materia prima gas naturale.

Tutti i fornitori energetici, in genere, propongono offerte sia a prezzo fisso che a prezzo indicizzato, per consentire a ciascun cliente di scegliere quella che fa più al caso suo.

Ma per scegliere, diventa indispensabile comprendere cosa significano queste due tipologie di offerta e in quali situazioni diventano molto convenienti.

Prezzo fisso e prezzo indicizzato: differenze e caratteristiche

La differenza sostanziale tra offerte luce e gas a prezzo fisso o indicizzato consiste nel fatto che:

  • nel prezzo fisso, il costo della materia prima è sempre uguale
  •  nel prezzo indicizzato, il costo della materia prima è variabile, quindi può cambiare durante il tempo di validità dell’offerta

Quando si stipula un contratto con un fornitore, si sottoscrive un’offerta. Naturalmente, prima che l’offerta venga attivata, il cliente deve aver firmato il contratto indicante in modo chiaro:

  • la tipologia di offerta
  • il tipo di prezzo applicato (se fisso o indicizzato)
  • e l’esatto costo della materia espresso in kWh per l’energia elettrica e in Smc per il gas naturale

Prezzo FISSO

Come detto prima, nel caso del prezzo fisso il costo della materia sarà bloccato. Ciò significa che resterà invariato per tutta la durata dell’offerta che di solito è di 1, 2 o 3 anni. Perciò, questo tipo di spesa dipenderà esclusivamente dai consumi effettuati.

Prezzo INDICIZZATO

Nell’offerta a prezzo indicizzato il consumatore non ha la certezza che alla sua fornitura venga applicato lo stesso prezzo. Il motivo è molto semplice: il prezzo in questo caso segue l’andamento del mercato. Quindi il costo potrà diminuire, ma anche aumentare generando a sua volta bollette più onerose.

Offerta a prezzo fisso: i vantaggi

L’offerta a prezzo fisso sa essere sicuramente molto conveniente perché non subisce le variazioni del mercato all’ingrosso.

Il prezzo delle materie prime luce e gas al mercato dell’ingrosso è costantemente oscillante, ha periodi in cui aumenta e periodi in cui diminuisce. Queste alterazioni avvengono continuamente perché dipendono da una serie di fattori: principalmente dal livello della domanda e dal costo del petrolio.

Con un prezzo fisso, se il costo all’ingrosso subisce un notevole rialzo, tu continuerai a pagare la stessa cifra, realizzando di fatto un risparmio.

Vantaggi prezzo fisso

Quindi, possiamo riassumere i vantaggi dell’offerta a prezzo bloccato qui di seguito:

  • prezzo assicurato per un periodo di tempo preciso
  • risparmio in caso di aumento del prezzo al mercato dell’ingrosso
  • possibilità di effettuare una prospettiva di spesa

Inoltre, se opti per un’offerta a prezzo fisso avrai la possibilità di scegliere tra la tariffa monoraria, bioraria o multioraria:

  • monoraria: il prezzo per la materia prima luce o gas viene applicato per tutte le ore del giorno
  • bioraria: vengono applicati 2 prezzi fissi a seconda delle fasce orarie di consumo (F1-F2)
  • multioraria: i prezzi fissi applicati sono 3, su 3 fasce orarie diverse (F1-F2-F3), solitamente utilizzata dalle aziende

Infine, quando il tempo di validità dell’offerta sarà decorso, il tuo fornitore ti proporrà una nuova tariffa che potrai accettare, oppure rifiutare e cambiare fornitore.

Vuoi scegliere una tariffa adatta ai tuoi consumi? Chiama subito i nostri esperti!

02 94 75 67 37

Info

Offerta a prezzo indicizzato: quando è utile sceglierla?

Il prezzo indicizzato chiamato anche variabile, di un’offerta di luce o gas, cambia nel corso del tempo perché segue le fluttuazioni del mercato della materia energia elettrica e gas naturale.

La variazione viene applicata trimestralmente:

  • il prezzo può abbassarsi, in questo caso sarà possibile ottenere un risparmio
  • oppure alzarsi generando bollette più costose

A registrare le variazioni del prezzo della materia al mercato dell’ingrosso è l’ARERA che ha anche stabilito con un provvedimento che ogni fornitore è tenuto a specificare in maniera dettagliata il metodo di indicizzazione applicato.

Generalmente i meccanismi di indicizzazione sono due:

  • il prezzo della materia prima varia in base al PUN per l’energia elettrica o al PSV per il gas: i prezzi sono definiti nel mercato della borsa;
  • il prezzo varia seguendo le oscillazioni del costo dei combustibili.

Questa tipologia di offerta è utile sceglierla quando si conoscono a fondo i meccanismi del mercato dell’energia e si è in grado di prevederne l’andamento. Se si prevede un ribasso del prezzo della materia allora è consigliabile l’offerta a prezzo variabile.

Perché è importante valutare tra prezzo fisso o indicizzato luce e gas?

Prezzo fisso o indicizzato luce e gasCome abbiamo visto in precedenza, il costo della materia prima incide significativamente sul totale della bolletta, per questo motivo è sempre buona cosa valutare se è più conveniente il prezzo fisso o quello indicizzato.

Inoltre, nel 2022 scomparirà definitivamente il mercato di maggior tutela all’interno del quale i prezzi della materia prima sono sempre variabili.

Molti dei consumatori nel mercato di maggior tutela sono passati o stanno passando al mercato libero e si sono trovati di fronte a una nuova opzione: quella appunto dell’offerta a prezzo fisso che potrebbe rivelarsi molto vantaggiosa.

Quale conviene di più tra prezzo fisso e indicizzato?

Dare una risposta certa a questa domanda è impossibile, perché tutto dipende dalle tue necessità e da quanto puoi permetterti di rischiare.

Perché nell’ultimo decennio, il prezzo della luce e del gas ha subito moltissime variazioni, ed è diventato difficile fare delle previsioni, soprattutto per chi non ha tempo a sufficienza per tenere sempre sotto controllo il mercato in questione.

Di conseguenza:

Il prezzo indicizzato può essere molto conveniente in certi periodi, ma altrettanto sconvenevole quando, a causa di un evento o di un fattore particolare, si verifica un aumento del prezzo all’ingrosso. Il rischio a cui sei sottoposto è più alto se scegli questo tipo di offerta, mentre con il prezzo fisso hai una sicurezza in più.

In definitiva, per scegliere consapevolmente una tariffa a prezzo variabile dovresti valutare quanto conosci il mercato dell’energia, quanto sei disposto a rischiare e se puoi permetterti di sostenere un rialzo dei prezzi.

Come fare la scelta migliore

Se hai difficoltà a scegliere tra la fornitura luce e gas a prezzo fisso o indicizzato, puoi seguire dei consigli che ti proponiamo di seguito:

  • Esamina il mercato: cerca di capire se nel momento attuale i costi della materia prima sono molto alti oppure molto bassi, sul sito dell’Autorità trovi i dati trimestrali dell’andamento del mercato di luce e gas
  • Leggi attentamente l’offerta: prima di firmare, leggi tutte le clausole in modo da capire cosa è o non è incluso
  • Presta attenzione ai tuoi bisogni: un’offerta potrebbe essere molto favorevole per alcuni consumatori ma magari non per te. Tieni conto delle fasce orarie in cui consumi di più e se il contratto a te proposto include servizi aggiuntivi o sconti particolari
  • Affidati al Servizio Clienti dei fornitori: per aiutarti nella scelta, puoi contattare più fornitori al numero del servizio clienti messo a disposizione da ciascuno di loro per ottenere altre informazioni di cui hai bisogno

Vi ricordiamo inoltre che, nel caso in cui necessitiate maggiori informazioni riguardo alla bolletta luce e gas, abbiamo una guida dedicata per ogni argomento ai seguenti link: conguagli bolletta, morosità bolletta, scaglioni luce e gas, risparmiare sulla bolletta, ricalcolo consumi.

Se vuoi un contratto luce adatto alle tue esigenze, chiama oggi stesso gratuitamente al seguente numero!

02 94 75 67 37

Info

Redactor

Scritto da Giulia

Aggiornato su 11 Giu, 2021

Commenti

bright star bright star bright star bright star grey star

Per saperne di più sul nostro processo di controllo e pubblicazione delle valutazioni