ARIM: come leggere questa voce in bolletta

La componente ARIM, introdotta il 1° gennaio 2018, è una voce chiave delle bollette elettriche italiane che raccoglie una serie di costi per attività di interesse generale per il sistema elettrico nazionale. Questi costi comprendono incentivazioni per la produzione di energia da rifiuti non biodegradabili, la messa in sicurezza del nucleare, agevolazioni tariffarie e molto altro.

ARIM: descrizione della voce e quando è stata introdotta

La componente ARIM è una parte essenziale delle bollette elettriche italiane, introdotta il 1° gennaio 2018. ARIM, che sta per Rimanenti Oneri Generali Maggiori, copre una vasta gamma di costi associati a varie attività di interesse generale per il sistema elettrico nazionale. Secondo quanto definito da ARERA (Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente), ARIM include incentivazioni alla produzione di energia tramite rifiuti non biodegradabili, la messa in sicurezza del nucleare, misure di compensazione territoriale, agevolazioni tariffarie per il settore ferroviario, sostegno alla ricerca di sistema, integrazioni per le imprese elettriche minori, attività di promozione dell’efficienza energetica e il bonus elettrico.

arim

Questa eterogeneità di spese rende spesso la voce ARIM indicata come Rimanenti oneri generali. La componente ARIM è applicata a vari parametri della bolletta:

  • Energia consumata in €/kWh;
  • Potenza impegnata in €/kW/anno (solo per utenze non domestiche);
  • Quota fissa in €/anno (solo per utenze non domestiche).

Per quanto riguarda le abitazioni, ARIM non viene applicata alla quota potenza e alla quota fissa, che sono presenti solo nelle bollette di forniture non domestiche.

Questa struttura tariffaria differenziata mira a ridurre l’impatto dei costi aggiuntivi sulle famiglie, incentivando al contempo un consumo energetico più efficiente e sostenibile.

Guida alla voce ARIM nelle bollette elettriche

La componente ARIM, spesso riportata come Rimanenti oneri generali, si trova nella sezione degli oneri di sistema della bolletta elettrica. Questo importo fatturato copre le attività di interesse generale del sistema elettrico, pagate da tutti i clienti.

Per individuare la voce ARIM sulla bolletta, segui questi passaggi:

  • Controlla la prima o la seconda pagina della bolletta del tuo fornitore;
  • Cerca la sezione dedicata agli oneri di sistema;
  • Identifica la voce Rimanenti oneri generali che rappresenta la componente ARIM.

Le altre componenti della fattura di energia elettrica

Di seguito vengono illustrati come sono spalmati gli altri costi della bolletta luce.

In particolare le voci di spesa sono suddivise in:

  • Spesa materia prima energia;
  • Imposte;
  • Spese per gestione trasporti;
  • Oneri di sistema.

arim

Vuoi sapere di più su come incidono gli oneri di sistema sulla tua fattura di energia elettrica? Noi di Prontobolletta abbiamo cercato di creare una guida semplificata perché sappiamo che può essere complicato da capire.

Come calcolare la voce ARIM e il suo impatto sulla bolletta luce

Per calcolare la componente ARIM è necessario considerare una somma fissa e una variabile basata su energia consumata e potenza impegnata.

  • La tariffa per l’energia consumata viene calcolata per ogni kWh
  • La potenza del contatore si applica una tariffa annuale per kW di potenza impegnata.

Le tariffe ARIM vengono periodicamente aggiornate da ARERA, con aggiustamenti trimestrali che riflettono le variazioni nei costi del sistema elettrico nazionale. Ad esempio, per il II trimestre del 2024, ARERA ha definito valori identici per le utenze residenti e non residenti sulla base dei consumi annui, annullando la componente relativa alla potenza impegnata e il corrispettivo annuo per POD.

L’influenza della componente ARIM sulla bolletta dipende da vari fattori: maggiore è il consumo di energia, maggiore sarà l’importo delle spese per oneri di sistema, incrementando il costo finale della bolletta; maggiore è la potenza impegnata, maggiore sarà l’impegno per il sistema elettrico nazionale, aumentando le spese per oneri di sistema.

La tariffa ARIM varia nel corso dell’anno, poiché viene aggiornata trimestralmente da ARERA. Per questo motivo, la sua incidenza sul costo finale della bolletta può variare a seconda del periodo di riferimento.

Tipologia d’utenza e ARIM
Tipologia d’utenza ARIM
Residenziali (da 0 a 1800 kWh) 0,008288 €/kWh
Residenziali (>1800 kWh) 0,008288 €/kWh
Non Residenziali (da 0 a 1800 kWh) 0,008288 €/kWh
Non Residenziali (>1800 kWh) 0,008288 €/kWh

ARIM vs ASOS: cosa cambia tra queste due voci

Gli oneri di sistema, come ARIM e ASOS, sono stabiliti da ARERA e non variano da un fornitore all’altro. Entrambe le componenti sono state introdotte il 1° gennaio 2018 e sono applicate sulla base di energia consumata, potenza impegnata e una quota fissa. Tuttavia, ci sono differenze significative tra le due voci.

  • ARIM  copre una vasta gamma di costi associati a diverse attività di interesse generale per il sistema elettrico nazionale. Questi includono incentivazioni alla produzione di energia tramite rifiuti non biodegradabili, la messa in sicurezza del nucleare, agevolazioni tariffarie per il settore ferroviario, sostegno alla ricerca di sistema, bonus elettrico, supporto alle imprese elettriche minori e promozione dell’efficienza energetica.
  • ASOS, invece, è destinata a coprire gli oneri generali al sostegno delle energie da fonti rinnovabili e della cogenerazione CIP 6/92. Come ARIM, anche ASOS viene applicata su energia consumata, potenza impegnata e una quota fissa. Il pagamento è differenziato a seconda della tipologia di utenza: per le imprese a forte consumo di energia e altri utenti. Per i clienti residenziali, la quota potenza e la quota fissa di ASOS non vengono applicate alle abitazioni di residenza anagrafica.

In sintesi, mentre ARIM copre una gamma più ampia di costi legati a vari aspetti del sistema energetico, ASOS è specificamente focalizzata sul sostegno alle energie rinnovabili e alla cogenerazione. Entrambe le voci sono fondamentali per il finanziamento delle attività di interesse generale, ma hanno finalità e applicazioni distinte.

Bolletta luce troppo alta? Confronta le migliori offerte luce del momento per giugno 2024 e scopri come risparmiare sulla tua bolletta. Inoltre, se stai pensando di passare dal mercato libero a quello tutelato, puoi consultare le offerte Placet disponibili.

Attiva subito l’offerta luce più conveniente del momento

02 94 75 67 37

Info

Aggiornato su 2 Lug, 2024

redaction La redazione di Prontobolletta
Redactor

mcislaghi