Come fare la domanda del reddito di cittadinanza

Con Taxfix sei al sicuro: fai il tuo 730 comodamente online,
dall'app o dal tuo pc,e hai una squadra di esperti fiscali
pronta a rispondere alle tue domande e guidarti passo passo.

Nei prossimi paragrafi ti illustreremo:

  • che cos’è il RdC e come funziona
  • chi può farne richiesta nel 2022
  • come fare la domanda reddito di cittadinanza 2022
  • in quali uffici recarsi e chi contattare

Reddito di Cittadinanza: di cosa si tratta e come funziona?

Il Reddito di Cittadinanza, introdotto con Decreto Legge nel 2019, è una forma di sostegno economico destinato ai nuclei familiari meno abbienti, che necessitano di un aiuto per integrare il loro reddito familiare. Viene erogato tramite la Carta Reddito di Cittadinanza, ossia una comune carta di pagamento elettronica prepagata emessa da Poste Italiane.

Però la misura, che si prefigge di contrastare la povertà e l’esclusione, non si limita alla corresponsione di un contributo in denaro. Difatti il RdC è strettamente correlato alle politiche attive del lavoro e pertanto punta al reinserimento lavorativo e sociale dei componenti inoccupati del nucleo, purché maggiorenni.

In che modo? Attraverso la sottoscrizione di:

  • Patti per il lavoro presso i Centri per l’impiego, ovvero percorsi personalizzati di accompagnamento verso l’attività professionale
  • Patti per l’inclusione sociale gestiti dai Comuni in collaborazione con altri Enti territoriali


Inoltre, laddove la famiglia fosse costituita soltanto da soggetti di età pari o superiore ai 67 anni oppure da persone non autosufficienti o con grave disabilità anche di età inferiore, il Reddito di Cittadinanza prende la denominazione di Pensione di Cittadinanza.

Scopri come funziona la domanda per assegni nucleo familiare leggendo il nostro articolo.

Domanda Reddito di Cittadinanza: chi può farne richiesta nel 2022?

Chi può fare domanda Reddito di Cittadinanza nel 2022? Solo i nuclei familiari in possesso di determinati requisiti obbligatori, soddisfatti non solo al momento della richiesta, ma per tutto il periodo di fruizione del beneficio.

Quest’ultimo può essere erogato al massimo per 18 mesi, dopodiché è possibile presentare una nuova richiesta per Reddito di Cittadinanza, previa sospensione di un mese. Invece non vi è alcuna pausa nel caso di Pensione di Cittadinanza, che si rinnova automaticamente.

Quali sono i requisiti per domanda Reddito di Cittadinanza?

Al fine di presentare la domanda per Reddito di Cittadinanza occorre possedere specifici requisiti di residenza ed economici.

Per quanto riguarda la prima categoria, il richiedente maggiorenne deve essere:

  • cittadino italiano, di uno stato dell’Unione Europea oppure extra UE munito di un permesso UE per soggiornanti lungo periodo o apolide
  • titolare di protezione internazionale
  • familiare extra UE di un cittadino italiano o comunitario
  • residente in Italia da almeno 10 anni, di cui gli ultimi due continuativi senza interruzioni
  • non sottoposto a misure cautelari o condanne definitive risalenti al decennio precedente


Invece dal punto di vista finanziario il nucleo familiare deve avere:

  • un ISEE minore di 9.360€
  • un patrimonio immobiliare che non superi i 30.000€, esclusa la prima abitazione
  • un patrimonio mobiliare non superiore a 6.000€, che aumenta fino a 10.000€ in relazione al numero dei componenti, alla presenza di più figli, soggetti con disabilità
  • un reddito familiare inferiore a 6.000€ all’anno moltiplicato per la scala di equivalenza, che parte da 1 per il primo componente, a cui si aggiunge lo 0,4 e lo 0,2 rispettivamente per ciascun maggiorenne e minorenne presente. Mentre per la Pensione di Cittadinanza la soglia reddituale è pari a 7.560€

Infine, è necessario che nessun membro del nucleo sia intestatario di:

  • un autoveicolo immatricolato nei 6 mesi precedenti la richiesta del RdC
  • un autoveicolo con cilindrata superiore a 1600 cc o moto 250 cc immatricolati nei 2 anni precedenti (tranne agevolazione per disabilità)
  • una nave o imbarcazione da diporto

[/list-custom]
Per concludere il Reddito di Cittadinanza è compatibile con:

  • la NASpI
  • la DIS-COLL
  • l’Assegno Unico
  • l’attività lavorativa, purché sussistano le condizioni soprariportate

In che modo è possibile fare la richiesta per Reddito di Cittadinanza?

Come fare domanda Reddito di Cittadinanza? Tra le modalità a tua disposizione figurano:

  • Il sito dell’INPS per richiesta telematica. Per accedervi bisogna essere muniti di SPID, Carta d’identità Elettronica (CIE) o Carta Nazionale dei Servizi CNS
  • Il portale www.redditodicittadinanza.gov.it, anch’esso telematico, accessibile solo con SPID
  • Gli uffici postali
  • I Centri di Assistenza Fiscale
  • I patronati

A prescindere dall’opzione preferita, puoi iniziare a dare un’occhiata al modulo da compilare, scaricabile dai siti indicati, che è suddiviso in 8 sezioni:

  1. dati del richiedente
  2. recapito telefonico ed e-mail per ricevere comunicazioni
  3. requisiti di residenza e cittadinanza
  4. requisiti familiari
  5. requisiti economici attuali
  6. attività lavorative non rilevate dall’ISEE nel corso dell’anno
  7. condizioni necessarie per godere del beneficio
  8. sottoscrizione dichiarazione


In aggiunta, se in famiglia ci sono lavoratori i cui redditi annuali non rientrano interamente nell’ISEE, in fase di richiesta del Reddito di Cittadinanza bisogna comunicare tali informazioni attraverso il modello RdC/PdC Ridotto.

Invece il modello RdC/PdC Esteso serve tra l’altro per notificare l’avvio di un’attività lavorativa, subordinata o autonoma, mentre già si fruisce della misura di sostegno. Ma anche per la comunicazione di ogni variazione intercorsa che incida sullo stato occupazionale, sulla proprietà di beni o sul patrimonio, che possa comportare la revoca o la riduzione del sussidio.

In quali uffici recarsi e chi contattare?

Se hai sufficiente dimestichezza con il web puoi inoltrare la tua domanda Reddito di Cittadinanza online, attraverso il sito INPS, quello del Ministero del Lavoro o dei CAF online. Ovviamente dovrai avere a portata di mano tutte le informazioni relative alle sezioni precedentemente riportate. L’Ente previdenziale provvederà a fornire risposta alla tua pratica a partire dal quindicesimo giorno del mese successivo a quello di presentazione.

Laddove l’esito fosse positivo, riceverai una comunicazione tramite e-mail o SMS indicante l’ufficio postale presso il quale ritirare la Carta prepagata con l’importo ricaricato a te spettante. Visitando la sezione dedicata sul sito web di Poste Italiane scoprirai le limitazioni che ne regolano l’utilizzo.

In seguito, l’iter prevede che entro 30 giorni dalla ricezione della conferma, i componenti maggiorenni del nucleo sottoscrivano la Dichiarazione di immediata disponibilità al lavoro (DID), presso i Centri per l’Impiego o i patronati. Da tale obbligo sono esclusi:

  • i percettori della Pensione di Cittadinanza
  • i minorenni
  • i soggetti con più di 65 anni
  • i beneficiari del RdC in pensione
  • le persone con disabilità
  • i lavoratori già occupati
  • i soggetti che frequentano un corso di studio


Tuttavia, con le modifiche apportate dalla Legge di Bilancio 2022, la richiesta RdC comporta in automatico la DID e la conseguente presa in carico per il collocamento lavorativo.

Dove presentare domanda Reddito di Cittadinanza in formato cartaceo? In questo caso puoi recarti presso uno dei tanti patronati, uffici postali abilitati e CAF convenzionati con l’INPS. Inoltre qui potrai usufruire di altre prestazioni utili relative ad esempio alla dichiarazione IMU online o al Modello RED.

Ovviamente per la compilazione del modulo dovrai già disporre della certificazione ISEE (Indicatore della Situazione Economica Equivalente) che ottieni compilando la DSU (Dichiarazione Sostitutiva Unica). A questo proposito sul sito INPS trovi un pratico simulatore per verificare se il tuo attuale ISEE ti consente di richiedere il RdC.

Ad ogni modo anche per queste pratiche potrai avvalerti dei servizi professionali erogati dagli intermediari. Cosi sarai sicuro di essere in possesso dei requisiti necessari per beneficiare del sostegno ed effettuare correttamente tutto l’iter procedurale.

Per saperne di più sulla domanda Reddito di Cittadinanza ti invitiamo a visitare il sito del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali a questa pagina.

Aggiornato su 31 Mag, 2024

redaction La redazione di Prontobolletta
Redactor

Giada Ravalli