Bonus vacanze: guida all’uso

Sommario: Il bonus vacanze permette di risparmiare fino a 500 euro per una singola persona a nucleo familiare in una struttura ricettiva in tutta Italia dal 1° luglio al 31 dicembre. Ottenibile rapidamente online con una app, permette di risparmiare e di dare sollievo al comparto turistico gravemente colpito dal virus.

La pandemia ha duramente colpito il settore turistico con risvolti economici molto pesanti. Per sostenere il settore, il Decreto Rilancio del 19 maggio prevede un Bonus Vacanze che offre un contributo fino a 500 euro da spendere in strutture turistiche convenzionate in tutta Italia dal 1° luglio al 31 dicembre 2020.

Chi può riceverlo e a quanto ammonta?

È un’agevolazione disponibile per nuclei familiari con ISEE fino a 40.000 euro calcolato sulla base della Dichiarazione Sostitutiva Unica (DSU) che si richiede direttamente dal sito dell’INPS. La DSU viene compilata con i dati anagrafici, reddituali e patrimoniali del nucleo familiare ed ha valore dal momento in cui viene rilasciata sino al 31 dicembre. Senza DSU non è possibile fare richiesta del bonus vacanze, ma se una DSU è già stata rilasciata in precedenza al nucleo familiare, allora questa sarà già presente nel sistema.

L’importo del bonus varia a seconda del numero dei membri del nucleo familiare:

  • 500 euro per 3 o più persone
  • 300 euro per due persone
  • 150 per una persona

  • Il bonus vacanze è utilizzabile una sola volta  anche da un componente del nucleo familiare diverso da chi ha fatto domanda
  • L’80% del bonus è sconto sull’importo dovuto all’operatore turistico e il 20% si applica come detrazione d’imposta nella dichiarazione dei redditi dell’anno d’imposta 2020, che verrà presentata da chi ha usufruito dello sconto
  • Va speso in un’unica soluzione senza frazionamenti presso un’unica struttura ricettiva e un eventuale residuo non è più utilizzabile
  • Il pagamento va debitamente documentato da fattura o documento commerciale o da scontrino/ricevuta fiscale

Come ottenerlo?

  1. Se non ne si ha già una, richiedere la DSU online sul sito dell’INPS o tramite CAF e patronati
  2. Il bonus vacanze è un voucher digitalizzato e quindi si deve scaricare l’APP dei servizi pubblici “IO” dal Playstore Android , dall’Appstore o dal sito
  3. È necessario che almeno uno dei componenti abbia la CIE 3.0 (Carta d’Identità Elettronica) o lo SPID (Sistema Pubblico di Identità Digitale) che permette di accedere ai servizi della Pubblica Amministrazione tramite un unico account. Sul sito ufficiale la guida e tutte le informazioni necessarie: https://www.spid.gov.it/ 
  4. Nella App IO cliccare su “Pagamenti” e poi su Bonus Vacanze
  5. Seguire la procedura guidata per fare richiesta
  6. Si otterrà un codice univoco con QR code associato visibile nella sezione “Pagamenti” da comunicare all’operatore turistico al momento del pagamento

Come e dove utilizzarlo?

È fondamentale accertarsi che la struttura turistica scelta accetti il bonus vacanze. Infatti è data facoltà alle struttura di accettarlo o meno.

È possibile usufruire del bonus vacanze in:

  • hotel ed alberghi
  • Bed & Brekafast (B&B)
  • Agriturismi e campeggi
  • Case vacanze (purché abbiano partita IVA)

Non ne fanno parte gli stabilimenti balneari e non copre le spese di trasporto. Il bonus vacanze vale solo per strutture turistiche italiane  e deve prevedere un pernottamento. Alcune risorse per trovare le strutture che lo accettano:

  • Su Italy Hotels si ha una lista delle strutture convenzionate di FederAlberghi
  • Nei siti di vari tour operatori turistici quali Eden Viaggi o DLT
  • Nelle agenzie viaggi

Il Bonus Vacanze non include le piattaforme di prenotazione quali airbnb, booking.com o expedia perché può essere utilizzato solo e soltanto per pagamenti diretti o tramite agenzie viaggitour operator.

Sei una struttura ricettiva?

Se sei un esercente puoi aderire al Bonus Vacanze se sei registrato all’Agenzia delle Entrate ( AdE). Una volta aderito, non dovrai fare nulla se non comunicare ai potenziali clienti che aderisci all’iniziativa.

Al momento del pagamento, per effettuare lo sconto,  dovrai verificare la validità del bonus accedendo all’area riservata del sito dell’AdE e inserendovi il codice univoco o il QR code del cliente insieme al suo codice fiscale e all’importo totale dovuto al netto dello sconto. Confermata la validità del bonus e l’importo fruibile, potrai confermare al sistema lo sconto praticato.

Per riscuotere lo sconto, a partire dal giorno successivo potrai recuperarlo sotto forma di credito di imposta di pari importo da usare tramite modello F24. Il modello F24 va presentato esclusivamente attraverso i servizi online dell’AdE, non può eccedere l’importo disponibile ed si può usare ai fini del pagamento di tutti i tributi e contributi versabili col modello F24. In alternativa, sempre dal giorno successivo, l’esercente può cedere il credito d’imposta a terzi in maniera totale o parziale, comunicando tale cessione sul sito dell’AdE.

Per ulteriori informazioni consulta la guida dell’Agenzia delle Entrate

 

 

 

 

Aggiornato su 29 Lug, 2021

redaction La redazione di Prontobolletta
Redactor

Andrea H

Redattore in argomenti sociali e studi di mercato

Commenti

bright star bright star bright star bright star grey star

Per saperne di più sulla nostra politica di controllo, trattamento e pubblicazione dei commenti leggi le nostre menzioni legali.